Cosa succede quando schermiamo i bambini dalla noia

Igiene: Batteri sulle Mani (Potrebbe 2019).

Anonim
Quando offriamo ai bambini infinite attività e intrattenimento, finiamo per soffocare la loro immaginazione?

Dai libri, dalle arti e dalle lezioni sportive a iPad e televisione, molti genitori fanno tutto ciò che è in loro potere per intrattenere ed educare i loro figli. Ma cosa succederebbe se i bambini venissero semplicemente annoiati di volta in volta? Come influenzerebbe il loro sviluppo?

Ho iniziato a pensare alla noia e ai bambini quando stavo ricercando l'influenza della televisione sulla narrazione dei bambini negli anni '90. Sorpreso dalla mancanza di immaginazione in molte delle centinaia di storie che ho letto da bambini di 10-12 anni in cinque diverse scuole di Norfolk, mi sono chiesto se questo potesse in parte essere un effetto della visione televisiva. I risultati di ricerche precedenti avevano rivelato che la televisione riduce effettivamente le capacità immaginative dei bambini.

Ad esempio, uno studio su larga scala condotto in Canada negli anni '80, mentre la televisione veniva gradualmente estesa in tutto il paese, confrontando i bambini in tre comunità- uno che aveva quattro canali TV, uno con un canale e uno con nessuno. I ricercatori hanno studiato queste comunità in due occasioni, poco prima che una delle città ottenesse la televisione per la prima volta, e ancora due anni dopo. I bambini della città senza TV hanno ottenuto punteggi significativamente più alti rispetto agli altri su abilità di pensiero divergenti, una misura di immaginazione. Questo è stato fino a quando anche loro hanno avuto la TV, quando le loro abilità sono scese allo stesso livello degli altri bambini.

L'apparente effetto soffocante di guardare la TV sull'immaginazione è una preoccupazione, poiché l'immaginazione è importante. Non solo arricchisce l'esperienza personale, è anche necessario per l'empatia - immaginarsi nei panni di qualcun altro - ed è indispensabile per creare il cambiamento. Il significato della noia qui è che i bambini (anzi, anche gli adulti) spesso ricadono in televisione o - in questi giorni - un dispositivo digitale per tenere a bada la noia.

Alcuni anni dopo il mio studio, ho iniziato a notare alcuni professionisti creativi che menzionavano quanto fosse importante la noia alla loro creatività, sia nell'infanzia che ora. Ho intervistato alcuni di loro. Uno era lo scrittore e attrice Meera Syal. Ha raccontato di come aveva trascorso le vacanze scolastiche fissando fuori dalla finestra il paesaggio rurale, e facendo varie cose al di fuori della sua "solita sfera", come imparare a preparare torte con la vecchia signora della porta accanto. La noia la fece anche scrivere un diario, ed è a questo che attribuisce la sua carriera di scrittore. "È molto liberatorio, è creativo per nessun altro motivo che non ruota libera e riempie il tempo", ha detto.

Allo stesso modo, la famosa neuroscienziata Susan Greenfield ha detto che aveva poco da fare da bambino e ha passato molto tempo a disegnare e scrivere storie. Questi sono diventati i precursori del suo lavoro successivo, lo studio scientifico del comportamento umano. Sceglie ancora carta e penna su un laptop su un aereo, e guarda avanti con affetto a questi tempi limitati.

Le attività sportive, musicali e altre attività organizzate possono sicuramente avvantaggiare lo sviluppo fisico, cognitivo, culturale e sociale del bambino. Ma i bambini hanno anche bisogno di tempo per se stessi - per abbandonare il bombardamento del mondo esterno, per sognare ad occhi aperti, perseguire i propri pensieri e occupazioni e scoprire interessi e doni personali.

Non dobbiamo avere un talento creativo particolare o intellettuale incline a beneficiare della noia. Lasciare vagare la mente di tanto in tanto è importante, a quanto pare, per il benessere e il funzionamento mentale di tutti. Uno studio ha persino dimostrato che, se ci impegniamo in un'attività poco impegnativa e poco impegnativa allo stesso tempo, la mente errante ha più probabilità di inventare idee fantasiose e soluzioni ai problemi. Quindi è positivo che i bambini siano aiutati a imparare a divertirsi e a non crescere con l'aspettativa di essere costantemente in movimento o divertiti.

Come gestire un bambino annoiato

I genitori si sentono spesso colpevoli se i bambini si lamentano della noia. Ma in realtà è più costruttivo vedere la noia come un'opportunità piuttosto che un deficit. I genitori hanno un ruolo, ma affrettarsi con soluzioni pronte non è utile. Piuttosto, i bambini hanno bisogno che gli adulti che li circondano capiscano che creare i propri passatempi richiede spazio, tempo e la possibilità di fare un casino (entro certi limiti) e di essere chiarito successivamente dai bambini stessi.

Se un bambino ha esaurito le idee, dare loro una sorta di sfida può spingerli a continuare a divertirsi divertendosi immaginariamente. Questo potrebbe variare dal chiedere a loro di scoprire quale tipo di cibo i loro dinosauri giocattolo si divertono nel giardino a uscire e creare una storia con alcuni amici e una fotocamera digitale.

Avranno anche bisogno di alcuni materiali, ma questi non hanno bisogno essere sofisticati: le cose semplici sono spesso più versatili. Abbiamo tutti sentito parlare del bambino ignorando il costoso regalo e giocando con la scatola in cui è arrivato. Per i bambini più grandi, una lente d'ingrandimento, alcune assi di legno, un cesto di lana e così via, potrebbe essere l'inizio di molte ore felici e occupate.

Ma per trarre il massimo beneficio dai tempi della noia potenziale, anzi dalla vita in generale, i bambini hanno anche bisogno di risorse interiori e materiali. Qualità come curiosità, perseveranza, giocosità, interesse e fiducia consentono loro di esplorare, creare e sviluppare poteri di inventiva, osservazione e concentrazione. Questi inoltre li aiutano a imparare a non scoraggiare se qualcosa non funziona la prima volta, e riprovare. Incoraggiando lo sviluppo di tali capacità, i genitori offrono ai bambini qualcosa di valore per tutta la vita.

Se un bambino ha esaurito le idee, dare loro una sorta di sfida può spingerli a continuare a divertirsi divertendosi in modo fantasioso. Questo potrebbe variare dal chiedere a loro di scoprire quale tipo di cibo i loro dinosauri giocattolo si divertono nel giardino a uscire e creare una storia con alcuni amici e una fotocamera digitale.

La maggior parte dei genitori sarebbe d'accordo sul fatto che vogliono individui fiduciosi che possono prendere iniziative e pensare da soli. Ma riempire il tempo di un bambino per loro non insegna nient'altro che la dipendenza da stimoli esterni, che siano beni materiali o intrattenimento. Fornire condizioni educative e fidarsi della naturale inclinazione dei bambini a coinvolgere le loro menti è molto più probabile che produca figli indipendenti e competenti, pieni di idee.

In realtà, c'è una lezione qui per tutti noi. Spegnere, non fare nulla e lasciare che la mente vagare possa essere fantastica anche per gli adulti, dovremmo tutti provare a fare di più.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su The Conversation. Leggi l'articolo originale.
Questo articolo è originariamente apparso su Greater Good, la rivista online del Greater Good Science Center della UC Berkeley, uno dei partner di Visualizza l'articolo originale.