Cosa dice "Il buon posto" sul bene e il male

The optimism bias | Tali Sharot (Potrebbe 2019).

Anonim
Ecco come appare la serie NBC quando la guardiamo attraverso la lente della scienza di una vita significativa.

"Benvenuto! Va tutto bene. "

Queste sono le prime parole che Eleanor Shellstrop (interpretata da Kristen Bell) vede sul muro di fronte a lei quando apre gli occhi nei primi minuti della serie televisiva della NBC The Good Place .

Eleanor è morto e andato in Paradiso, spiega un angelo di nome Michael (Ted Danson). C'è solo un problema…

A questo punto, chiunque non abbia guardato The Good Placealmeno fino alla fine della sua prima stagione deve smettere di leggere , perché io sono circa rovinare tutto .

Quale è qualcosa che Michael farebbe. Perché Michael non è un angelo. In realtà, è un demone. E Eleanor non è in paradiso. Lei è all'inferno. Tutto è sicuramente non va bene .

The Good Placenon è un normale programma televisivo. È divertente, coinvolgente e ogni tanto commovente, ma questo descrive molti spettacoli in questi giorni. Ciò che rende The Good Placediverso dalla concorrenza è la sua diabolica complessità e curiosità filosofica. Al centro dello spettacolo c'è una domanda vicino e cara ai nostri cuori qui a Greater Good : Cos'è la bontà e cosa rende una persona buona?

Ecco cosa The Good Placesembra quando lo guardiamo attraverso la lente della scienza di una vita significativa.

Le ambiguità dell'empatia

Nel Buon Posto, spiega Michael, a tutti è abbinata un'anima gemella, scelta infallibilmente da un sistema a punti sembra terribilmente simile a quello di OkCupid. Sfortunatamente, come scopriamo, le anime gemelle vengono scelte per la tortura, non per la beatitudine. Eleanor patologicamente egoista e spietato è in armonia con qualcuno che sembra essere una brava persona, un professore di filosofia morale chiamato Chidi (William Jackson Harper). A differenza di Eleanor, Chidi è empatico e premuroso.

E questo è esattamente il motivo per cui è all'inferno. Chidi prende queste qualità troppo lontano, il che lo trasforma in un waffler nevrotico. Dal momento che non riesce a smettere di vedere il mondo da altri punti di vista, non conosce la sua - e quindi non può impegnarsi in nulla. Sarebbe potuto andare bene, a parte il fatto che anche la sua ansia lo rende rigido, mentre cerca di costringere le altre persone a prendere decisioni che non può. In una serie di flashback, vediamo quanto infelice questa combinazione abbia reso le due o tre persone che lo amavano quando era vivo.

Molte ricerche sull'empatia esplorano questa trappola. "Per metterci nei panni di qualcun altro, dobbiamo trovare un equilibrio tra emozione e pensiero e tra sé e l'altro", scrivono Robin Stern e Diana Divecha. "Altrimenti, l'empatia diventa una trappola e possiamo sentirci presi in ostaggio dai sentimenti degli altri." Questa è una trappola in cui è caduto Chidi quando era vivo, e in The Good Placesuo il compito è di fuggire.

Michael Schur, creatore di The Good Place , afferma che l'empatia è il cuore della serie. Come ha detto al New York Times , "Se si riuscisse davvero a ridurre il buon comportamento e il cattivo comportamento in un grande ombrello, sembrerebbe avere molto a che fare con l'empatia e un senso generale del in che modo le tue azioni influenzano le altre persone e viceversa. Quindi quando scriviamo l'equipaggio di Bad Place, l'idea semplice era zero empatia. "

L'empatia è la differenza tra una persona buona e una persona cattiva? E 'una solida base per la moralità? Questo argomento è molto dibattuto, nello spettacolo e nel mondo reale. Lo psicologo Paul Bloom, ad esempio, sostiene che troppa empatia per i trasgressori può minare la giustizia. Il personaggio di Chidi esiste praticamente per illustrare questo punto: l'empatia senza confini ti rende incapace di affrontare la sofferenza.

C'è un altro problema con l'empatia, che è che non è sempre benigno. Gli scienziati hanno sottolineato che l'empatia cognitiva (essere in grado di prendere la prospettiva degli altri) è molto diversa dal tipo emotivo (o "affettivo"). C'è un momento interessante in The Good Placequando Michael dice che i demoni come lui vivono in corpi umani in modo da torturarli meglio. Questa è una versione psicopatica dell'empatia puramente cognitiva - i demoni non sentono ciò che gli umani sentono, ma camminare nei nostri panni li aiuta a infliggere a noi un dolore fisico ed emotivo.

Eleanor ha molta empatia cognitiva - nella vita, lei eccelleva nel vendere medicinali contraffatti agli anziani perché era in grado di identificare e manipolare sapientemente le proprie emozioni. In The Good Place , Eleanor ha bisogno di imparare l'empatia emotiva, che la aiuta a sentire le conseguenze delle sue parole e azioni.

"Mi sono sentito male per quello che ho fatto", dice Eleanor a un certo punto in il suo viaggio. "Era una sensazione strana. Non ci sono abituato. Non l'ho amato. "

Chi lo fa? Questo è ciò che Eleanor non ha ancora capito: sentirsi male a volte fa parte dell'essere bravi. Che cosa deve imparare Chidi? Puoi essere bravo senza sentirti male.

La tragedia della torta di compleanno

Chidi illustra un'altra intuizione dalla scienza di una vita significativa: come molte persone che sentono un legame profondo con tutta l'umanità, il Chidi cosmopolita è permanentemente ansioso: un'associazione scoperta da alcuni studi interessanti. Come specula la psicologa Juliana Breines, "Se ti preoccupi veramente del benessere delle persone in tutto il mondo, molte delle quali sono devastate da guerre, disastri naturali e malattie, come può non causarti angoscia?" A Chidi, un infortunio a uno è una ferita per tutti - e quel nobile sentimento lo paralizza.

Al contrario, Eleanor non sente assolutamente alcun legame con l'umanità. Come vediamo in una delle serie "a volte struggenti / sempre divertenti flashback, è stata così antisociale nella vita che ha rifiutato una torta di compleanno dai suoi colleghi perché non voleva sentirsi obbligata a ottenere loro torte di compleanno nei loro giorni speciali.

Mentre dice a una ragazza che fa i conti con il grande compleanno, "Yup, siederà da sola a casa mia, guardando il matrimonio fallisce su YouTube, bevendo margarita con una cannuccia Twizzler, finché non svengo sul mio vibratore." Questa è un'immagine devastante della solitudine specificamente americana. Eleanor ha attraversato la sua vita con bell'aspetto e astuzia, ma era completamente isolata - e ha prosperato rendendo le altre persone infelici quanto lei.

Mentre la serie continua, Eleanor inizia a provare più empatia per Chidi - e questo il sentimento dei compagni si espande per includere gli altri due umani intrappolati con loro nell'Inferno, il narcisista Tahani (Jameela Jamil) e l'impulsivo Jason (Manny Jacinto). In definitiva, la sua empatia arriva persino a includere Michael. Mentre la seconda stagione volge al termine, sembra che stia facendo per Michael quello che Chidi ha fatto per lei.

"Stavo solo cercando di dimostrare che gli umani potevano torturarsi a vicenda", dice Michael al suo capo demoniaco. "Invece, si sono aiutati a vicenda, e sono migliorati."

Trova la tua torcia

La collisione degli opposti è la roba della grande commedia, ma The Good Placenon prende la via facile con Eleanor e Chidi. Certo, Eleanor lo chiama "il giubbotto da maglione umano" (har har) e Chidi deride astutamente il suo autoassorbimento, ma la cosa più interessante della loro relazione è come si guidano l'un l'altro dall'isolamento.

All'inizio, Eleanor e Chidi hanno solo una cosa in comune: i loro difetti nella vita li hanno resi soli e non amabili. Questo inizia a cambiare nell'episodio finale della prima stagione. Eleanor sceglie Chidi per insegnarle come essere bravi, all'inizio, ma non è il contenuto oscuramente accademico delle lezioni che aiuta Eleanor a crescere. Invece, è proprio la connessione che lei sviluppa con Chidi attraverso le lezioni, e la sua disponibilità ad aiutarla anche a spese sue.

Mentre lei gli dice "Sono stato lasciato cadere in una grotta e tu eri la mia torcia".

È una linea superba, spesso citata per una ragione, perché confonde l'amore con la bontà e comprime il romanticismo con il desiderio filosofico. (L'allusione alla caverna di Platone è tutt'altro che casuale; The Good Place è denso di note a piè di pagina.) Chidi ha bisogno anche di Eleanor, anche se nessuno di loro lo sa all'inizio. Ha bisogno di imparare l'empatia da lui, ma ha bisogno che lei gli insegni come essere… beh, meno teso. Vale a dire: meno paura di scegliere, più reattivo con resilienza. Quando Michael sta per cancellare tutti i suoi ricordi alla fine della prima stagione, Eleanor sa cosa fare. Lascia una nota per se stessa che dice una cosa: "Trova Chidi".

Naturalmente, quando riavvia Eleanor trova la nota, il suo primo pensiero è che "Chidi" deve essere una specie di zuppa.

La bontà non è t perfection

Infatti, The Good Placeè positivamente sovversivo quando gioca con l'idea che abbiamo una persona là fuori nel mondo che è la nostra "anima gemella". Inizialmente, ovviamente, l'anima gemella è una scherzo crudele: Chidi ed Eleanor sono comicamente disadattati, come lo sono Tahani e Jason. Sono divertenti perché conosciamo coppie come loro - e alcuni di noi sono stati in quelle coppie, che sembrano destinate solo a torturarsi a vicenda.

Ma, ancora, The Good Placenon lo fa accontentarsi di alcune risate a buon mercato. Mentre la serie prosegue, questi umani difettosi in realtà iniziano ad amarsi. Non perché le loro anime siano misticamente accoppiate, ma poiché Eleanor chiede aiuto, Chidi gliela dà e insieme devono imparare come risolvere i problemi e crescere oltre se stessi.

Questo è vero in misura diversa per Tahani e Jason. All'inizio, la battuta è che Jason tormenta Tahani non potendo dar da mangiare alla sua vanità, e Jason si trova in una situazione che richiede un autocontrollo superumano. Questo risulta essere esattamente ciò di cui hanno bisogno: Tahani ha bisogno di qualcosa da coltivare oltre al proprio ego e Jason ha bisogno di qualcuno che si prenda cura di lui e lo aiuti a frenare i suoi peggiori impulsi.

"Stavo solo provando a dimostrare che gli umani potrebbe torturarsi a vicenda. Invece, si aiutarono a vicenda, e si migliorarono. "

-Michael in" The Good Place "

Questo rivela una verità che ogni terapeuta e terapeuta può spiegarti: la tua anima gemella è un risultato, non un regalo dal paradiso. Anche se c'è una persona che è la tua coppia perfetta in un dato momento, non c'è alcuna garanzia che il prossimo sarà perfetto. Le persone cambiano - e questo, per me, è l'intuizione più importante, scientificamente validata da The Good Place .

Eleanor è un cretino egoista quando arriva al Good Place, ma non rimane quel modo. Mentre la serie prosegue, impara a provare empatia, perdonare, scusarsi, aiutare, cooperare e amare. Non smette di essere Eleanor snervante, difensiva, opportunista, ferita, naturalmente, e questo indica un'altra verità sull'umanità che è difficile per molti di noi accettare: le persone buone non sono persone perfette, e quelle apparentemente perfette a volte non molto buono.

Come le nostre anime gemelle, la bontà è qualcosa che dobbiamo guadagnare, ogni singolo giorno. Non diventiamo buoni da soli, meditando sulla cima di una montagna o frequentando una classe. Abbiamo bisogno di altre persone per portare la bontà da noi. La tua marca di bontà sarà unica per te, ma si evolverà continuamente in risposta alle persone che ti amano, ti odiano, ti hanno bisogno.

"L'unica ragione per cui siamo arrivati ​​così lontano è perché abbiamo aiutato ciascuno altro ", dice Eleanor nell'episodio più recente. "E non credo che qualcosa di simile al Good Place se non stiamo insieme."

Questo articolo è originariamente apparso su Greater Good, la rivista online del Greater Good Science Center della UC Berkeley, uno dei partner di Visualizza l'articolo originale.

Una pratica di connessione per i sentimenti di isolamento

Come evitare la trappola per l'empatia