Gli adolescenti stanno meglio quando i genitori praticano auto-compassione (studio)

La giraffa e lo sciacallo, Marshall Rosenberg (Potrebbe 2019).

Anonim
Un nuovo studio rivela che i figli di genitori consapevolmente compassionevoli tendono ad avere tassi più bassi di ansia e depressione.

Quando il loro adolescente lotta con l'ansia o depressione, molti genitori si daranno la colpa per il disturbo. Ma un nuovo studio suggerisce che un atteggiamento auto-compassionevole può essere più utile per l'adolescente e che il modo migliore per promuovere quella auto-compassione è coltivare la consapevolezza.

I ricercatori della Radboud University hanno raccolto dati da 901 famiglie olandesi, usando questionari per misurare la depressione e l'ansia degli adolescenti, così come il benessere dei genitori e l'approccio alla genitorialità.

I risultati, pubblicati nel Journal of Child Family Studies , replicano ricerche passate suggerendo che genitori consapevoli è associato a un miglior benessere nei genitori. La genitorialità consapevole implica l'integrazione dei principi di consapevolezza in genitorialità: ascoltare il bambino con piena attenzione, essere emotivamente consapevoli e accettare in modo non giudicante il sé e i sentimenti del bambino, e non essere eccessivamente reattivi a situazioni stressanti.

Ma il i ricercatori hanno scoperto che l'unica faccenda di genitorialità consapevole che sembrava aumentare il benessere di un adolescente è accettare in modo non giudicante le proprie capacità genitoriali. In altre parole, i genitori che riferivano meno auto-biasimo e erano meno autocritici della propria genitorialità, avevano adolescenti con meno sintomi di ansia e depressione.

Perché l'autocompassione di un genitore influenza il benessere del bambino?

I ricercatori ipotizzano che quando i genitori modellano un atteggiamento non giudicante nei loro confronti, gli adolescenti imitano il loro esempio. Trattare il sé con il non giudizio e la compassione potrebbe a sua volta ridurre l'ansia e la depressione.

Tuttavia, è altrettanto probabile che l'ansia e la depressione meno adolescenti conducano ad una maggiore auto-compassione nei genitori; Quando i bambini sono felici, i genitori hanno meno probabilità di essere duri con se stessi sulla loro prestazione di genitore.

Anche se sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se i genitori auto-compassionevoli portano a meno ansia e depressione negli adolescenti o viceversa, il i ricercatori pensano che questa scoperta potrebbe essere utilizzata per focalizzare meglio gli interventi per i genitori. "I programmi di genitori possono concentrarsi principalmente sull'aumentare la compassione di sé dei genitori per quanto riguarda la loro genitorialità e meno su altre pratiche genitoriali consapevoli", scrivono gli autori. Una pratica più mirata potrebbe risparmiare tempo e, potenzialmente, essere più efficace nell'aiutare gli adolescenti a far fronte all'ansia e alla depressione.

Questo articolo apparve originariamente su Greater Good , la rivista online del Greater Good Science Center di UC Berkeley come parte della serieMondays, che fornisce una copertura continua del campo esplosivo della ricerca di consapevolezza. Per visualizzare l'articolo originale, fare clic qui.