Riflessioni sul Day 1

Riflessioni su Bitcoin 1/2 (Giugno 2019).

Anonim
Lo scorso agosto, il professore della Harvard Business School, Bill George e, insegnante buddista, Yongey Mingur Rinpoche si unirono per organizzare un ritiro di due giorni su "Mindful Leadership". Qui, George condivide con noi i suoi pensieri sul risultato di questo abbinamento unico.

Il 13-14 agosto 2010 Yongey Mingur Rinpoche ed io abbiamo co-diretto un ritiro di due giorni a Minneapolis sul tema "Leadership consapevole". " Oltre 400 persone hanno partecipato attivamente al ritiro. A nostra conoscenza, questa è la prima volta che un buddista Rinpoche e un professore di leadership hanno unito le forze per esplorare questo argomento e vedere come l'insegnamento orientale può informare il nostro pensiero occidentale sulla leadership e viceversa. Rinpoche ha condotto diverse meditazioni guidate nel corso dei due giorni, ma questo era strettamente un evento laico, non un insegnamento buddista.

Il ritiroLeadership ci ha permesso di esplorare argomenti così complessi come l'impatto della consapevolezza sulla leadership, nuovi neurologici ricerca sull'impatto della meditazione sul cervello, comprensione e inquadratura dei crogioli, ruolo dell'intelligenza emotiva e auto-consapevolezza nell'efficacia della leadership, acquisizione della compassione di sé, condivisione della consapevolezza attraverso il sostegno di piccoli gruppi, guida degli altri in modo consapevole e auto-attualizzazione per contribuire a un mondo migliore.

Nessuno di questi argomenti era facile, né abbiamo raggiunto conclusioni definitive. Il nostro dialogo ha portato i problemi ad un livello più profondo che ha coinvolto i partecipanti e ha permesso a ciascuno di noi di acquisire una comprensione più profonda di noi stessi.

Ottenere consapevolezza di se stessi - le nostre motivazioni, le nostre emozioni distruttive, i nostri crogioli e le nostre mancanze - è essenziale essere un leader efficace. Sulla base delle mie ricerche sui leader, ho trovato che la causa principale dei fallimenti della leadership è la mancanza di intelligenza emotiva e autocoscienza da parte dei leader. Non posso nominare un singolo leader di alto livello che ha fallito a causa della mancanza di QI, ma sono a conoscenza di centinaia di leader che sono stati infruttuosi a causa della loro mancanza di intelligenza emotiva (EQ). La distruzione delle organizzazioni causata dalle loro carenze è sbalorditiva.

La consapevolezza - la consapevolezza dei propri processi mentali e della propria mente funziona - offre ai leader un percorso per affrontare questi problemi in un modo non giudicante, non minaccioso. La meditazione è il processo secolareche ci consente di sviluppare la consapevolezza e di affrontare i problemi impegnativi in ​​modo calmo e ponderato.

Ancora più eccitanti sono le indicazioni di ricerca che la meditazione può permetterci di rimodellare il nostro cervello più che possiamo fare per il QI). Uno dei principali ricercatori del seminario ha spiegato che gli impatti misurabili sono stati rilevati anche dopo un breve periodo di otto settimane di meditazione. Naturalmente, le persone hanno bisogno di pratiche coerenti per sostenere e rafforzare l'impatto.

Come ha detto Rinpoche, dedichiamo molto tempo e sforzi allo sviluppo dei nostri corpi; non dovremmo fare lo stesso per le nostre menti? Proprio come abbiamo bisogno di solide abitudini per mantenere il nostro corpo in forma, abbiamo bisogno di pratiche regolari per essere consapevoli.

Dopo aver lavorato con Rinpoche e il Dalai Lama nel corso dell'anno scorso, ho raggiunto una conclusione preliminare che guadagna consapevolezza attraverso la meditazione può essere il modo più efficace per acquisire consapevolezza di sé e sviluppare l'auto-compassione. Un altro aspetto importante è il supporto di gruppo che fornisce feedback onesto, sostegno compassionevole e una più profonda comprensione di se stessi. Dopo aver praticato la meditazione e aver fatto parte di un gruppo di sostegno per trentacinque anni, ho personalmente sperimentato l'impatto estremamente positivo che hanno avuto sulla mia efficacia di leadership.

Avendo osservato centinaia di leader sotto pressione, non ho dubbi che l'auto-consapevolezza e l'auto-compassione sono gli aspetti essenziali dei leader efficaci, specialmente quando sono sotto stress e sotto pressione. I leader che sviluppano e mantengono queste qualità sono in grado meglio di guidare gli altri in modo consapevole e di permettere alle persone di esibirsi a un livello molto alto. Con un senso condiviso di scopo e valori comuni, le organizzazioni possono quindi assumere obiettivi molto impegnativi e superare grandi difficoltà e ottenere risultati eccezionali su base sostenibile.

Diamo un'occhiata ad alcuni dettagli di questi due giorni e cosa si può imparare da loro:

Riflessioni sul Day 1

Il primo giorno di sessioni focalizzate sullo sviluppo dell'autocoscienza attraverso la leadership e attraverso la meditazione. Una parte fondamentale del Summit è stata dedicata all'apprendimento da Rinpoche su come diventare consapevoli attraverso la meditazione. Dopo aver delineato il piano per il summit, Rinpoche ha condiviso la storia di come ha iniziato a meditare a nove anni. Soffrendo di attacchi di panico, Rinpoche si rivolse alla meditazione come metodo per affrontare il suo panico e calmare la sua ansia piuttosto che lasciarli dominare la sua mente e la sua vita.

Rinpoche notò che tutti hanno amore e compassione dentro di sé, eppure la persona più difficile dobbiamo guidare noi stessi Attraverso la meditazione possiamo diventare coscienti nella nostra leadership, specialmente quando siamo di fronte a sfide estreme. Ha insegnato al gruppo molti diversi tipi di meditazione: consapevolezza aperta, respiro, suono, oggetto ed emozione.

Ecco alcuni dei takeaway di Rinpoche sulla meditazione:

  • La consapevolezza è come lo spazio, è sempre lì. Ma la mente scimmia, l'inquieta, confusa parte della nostra mente che è piena di pensieri casuali, spesso prende il sopravvento sul nostro pensiero. Dare alla scimmia un lavoro concentrando la sua irrequietezza per trovare maggiore chiarezza. I problemi vengono alla superficie durante la meditazione, che è naturale. La chiave è usare questi problemi, piuttosto che arrendersi a loro.
  • Rinpoche suggerì che abbiamo bisogno di sfidare le nostre menti per portare quelle cose che non ci piacciono di noi stessi nella nostra meditazione. Possedendoli, loro non ci possiedono.
  • Non costringere la mente a concentrarsi su una cosa specifica, ma diventa consapevole attraverso la consapevolezza del nostro corpo e dell'ambiente circostante.

Consapevolezza di sé e leadership

Nella sessione successiva, ho sfidato il gruppo a pensare a come ottenere l'autoconsapevolezza attraverso la comprensione delle loro storie di vita e dei loro crogioli che consentiranno loro di scoprire la loro leadership autentica e sviluppare la loro intelligenza emotiva.

Ho anche raccomandato il Professor Paul Il nuovo libro di Lawrence, Driven to Lead , che illustra come la mente può essere rimodellata per la leadership. Lawrence ha riscoperto le teorie di Darwin che non riguardano la sopravvivenza del più adatto, ma lo sviluppo delle qualità di leadership della mente che possono consentire un processo decisionale più efficace. Sviluppare una mente chiara consente ai leader di integrare i driver delle loro menti - sicurezza, acquisizione materiale, legame con gli altri e ricerca di significato - in un insieme efficace.

Nel 21 stsecolo, i leader necessità di responsabilizzare gli altri a guidarli piuttosto controllandoli attraverso una gerarchia. Il leader deve imparare a responsabilizzare coloro che li circondano per sentirsi parte di qualcosa di speciale e affrontare sfide di leadership. La leadership non significa più convincere le persone a seguirci, ma piuttosto a servire coloro che ci circondano.

Diventare un leader non è un processo lineare; piuttosto, è una serie di alti e bassi. In quei periodi di inattività, sono i tuoi valori, o il tuo vero Nord, che ti permetteranno di superare con successo la crisi.

Emozioni distruttive

Abbiamo chiuso il primo giorno con una sessione congiunta sulle emozioni distruttive. Rinpoche ed io incoraggiamo il gruppo ad affrontare le loro paure e quelle cose che li stavano trascinando giù. Dobbiamo riconoscere che le cose che non ci piacciono di noi stessi - le nostre qualità negative - sono tanto una parte di noi quanto le nostre qualità positive. Ho condiviso parte di un CD di David Whyte in cui ha letto la sua poesia, "Un giorno l'eroe si è seduto, " come modo per illustrare l'importanza di riconoscere quelle cose su di noi che abbiamo represso molto tempo fa.

Riflessioni sul Giorno 2

Il primo giorno del Vertice ci ha preparato per il lavoro sull'auto-compassione che è arrivato il secondo giorno. Rinpoche si aprì con una meditazione straordinariamente efficace sulla compassione. Era composto da quattro parti successive: la compassione per qualcuno a cui tieni; compassione per te stesso (che è molto più difficile della compassione per gli altri); compassione per quelli che non conosci; e, più difficile di tutto, compassione per qualcuno che non ti piace o rispetta.

Nella mia sessione successiva, ho esaminato come acquisire autocoscienza, come sviluppare compassione per se stessi e il ruolo della consapevolezza condivisa attraverso il supporto del gruppo. Abbiamo anche parlato di come funzionano i gruppi di supporto, osservando che ci sono cinque chiavi per un gruppo di supporto di successo: 1) apertura, 2) fiducia, 3) riservatezza, 4) feedback onesto e 5) candore. Il gruppo si è diviso in sei gruppi di persone per praticare la tecnica.

Ho condiviso alcune diapositive della mia discussione sullo sviluppo di un gruppo di supporto. Ti incoraggio a pensare a come sviluppare un gruppo tra i tuoi coetanei a cui puoi rivolgerti in tempi di crisi.

Guidare gli altri consapevolmente e auto-attuarsi: verso un mondo migliore

Nel pomeriggio finale, Rinpoche e Ho avuto due dialoghi su " conducendo gli altri in modo consapevole " e " come l'autorealizzazione può portare a un mondo migliore. " Il dialogo consapevole della leadership si è concentrato su come responsabilizzare gli altri e su come dare loro un feedback e compassione onesti attraverso una leadership efficace. Nel dialogo finale abbiamo parlato di come possiamo creare una maggiore compassione per il mondo che ci circonda e che attraverso la compassione ottenere maggiore saggezza.

Sono stato commosso dall'affluenza lo scorso fine settimana, non solo i numeri ma la profondità a cui le persone attivamente impegnati in questi argomenti complessi e trattati con loro a livello personale, non strettamente un piano intellettuale. Per tutti loro, la nostra speranza è che questo seminario si tradurrà in un'accelerazione dei loro viaggi verso un'autentica leadership.


Bill George è un professore di pratica manageriale alla Harvard Business School, dove ha insegnato leadership dal 2004. È il autore di quattro libri best-seller: 7 lezioni per guidare in crisi , vero nord: scopri la tua leadership autentica , trovare il tuo vero Nord: una guida personale,e A leadership autentica . Per maggiori informazioni su Bill, visita il suo sito web billgeorge.org

Foto © iStockPhoto.com/spoor