Robert Coles e la vita morale

Inteligência Moral (Potrebbe 2019).

Anonim
Così tanti discorsi sulla moralità di oggi sono segnati da aggressività e ipocrisia, ma Robert Coles parla con una voce morale più dolce e profonda. David Swick si occupa di questo psichiatra infantile, attivista per i diritti civili e autore che ha trascorso la sua vita considerando la natura della moralità e il suo ruolo centrale nelle nostre vite.

Quando Ruby Bridges, di sei anni, fu derisa, minacciata e odiata- per aver voluto andare a scuola a New Orleans segregata nei primi anni Sessanta, ricevette una richiesta da uno psichiatra di nome bambino, Robert Coles. Voleva sapere cosa pensava e sentiva la bambina. Parlarono tra loro per diversi mesi, e più la loro conversazione andò a fondo, più Coles rimase sorpreso.

"Una volta mi disse che era dispiaciuta per quelle persone che stavano cercando di ucciderla", " Dice Coles. "Io le ho chiesto: 'ti dispiace per loro?' E lei mi guardò e disse: "Beh, non pensi che debbano sentirsi dispiaciuti?" Parliamo di saggezza! E parla dell'intuizione morale. Mi sono seduto lì stordito. Stavo applicando la psicologia standard, cercando di aiutarla a capire che forse era arrabbiata con queste persone, e amara e ansiosa, e lei mi stava dicendo che pregava per loro. Sono rimasto stupefatto e sono rimasto in silenzio, perché ho dovuto riflettere sulla saggezza di questo bambino. Era abbastanza intelligente da capire, senza seguire corsi nelle scienze sociali o in altri campi di indagine, cosa succede alle persone. "Quando Robert Coles parla di ciò che accade alle persone, intende ciò che accade al loro senso della moralità. Uno dei più importanti psichiatri infantili americani, un professore di Harvard da lungo tempo e autore di oltre sessanta libri, Coles è uno dei nostri grandi visionari morali. La Presidential Medal of Freedom e altri premi sono accessori. Coles ha passato la vita a studiare la moralità: cos'è, come è stato creato e il suo posto nella nostra vita. Il suo verdetto: la moralità non è solo sottigliezza, o teorica, o un problema secondario. È la questione centrale della nostra esistenza, il fattore che definisce la qualità della nostra vita in quanto esseri umani.

"La moralità definisce non solo il modo in cui andiamo d'accordo con il mondo e gli altri, e le regole della vita; caratterizza la nostra stessa natura, " lui dice. " La morale ha a che fare con la connessione umana. Ha a che fare con il tipo di connessione che risponde agli altri, e a sua volta guadagna la risposta premurosa degli altri. Se siamo privati ​​della nostra moralità, siamo privati ​​di una parte essenziale di noi stessi ".

Dopo aver letto il suo lavoro per anni, ho incontrato Robert Coles in una conferenza di giornalismo a Boston. Norman Mailer e Seymour Hersh, il giornalista investigativo che ha esposto il massacro di My Lai e focalizzato l'attenzione sulla brutalità ad Abu Ghraib, erano gli altri oratori principali; Coles ha ricevuto l'unica standing ovation. Ha parlato alla sala gremita come parla uno contro uno: con intensità penetrante, tocchi di umorismo e una voce potente e morbida. Ai giornalisti di solito non piace applaudire, e quando la folla si è alzata ho sentito che non era dovuto principalmente a ciò che aveva detto Coles, ma al modo in cui lo diceva. Si infilò la pelle e risposero alla sua voce con onestà, premurosità e preoccupazione.

Ora, a settantasei anni, ha considerato la moralità, l'infanzia e il rapporto tra i due per più di mezzo secolo. I suoi libri, tra cui

La vita morale dei bambini, La vita spirituale dei bambini , e la serieBambini del mondo vincitori del premio Pulitzer, hanno contribuito a svelare il mistero dell'esperienza infantile. Ha parlato con migliaia di bambini, compresi molti in comunità minoritarie (nativi americani, messicani americani e Inuit) e in luoghi difficili (ghetti, Appalachi, Irlanda del Nord, zone di guerra).I bambini parlano a Coles in parte perché dirige piena attenzione a chi sta parlando. Questa non è finzione; è profondamente curioso e un devoto ascoltatore. Permette a chi parla di sentirsi accettato, di aprirsi, di voler parlare di più. Anche i bambini potrebbero rispondere al nido di capelli del suo uccello, ai lineamenti spigolosi e all'accento di Boston dolcemente contorto. Coles avrebbe fatto un bel personaggio Muppet: il buon dottore.

Per quanto modesto come è acclamato, Coles attribuisce ai bambini l'insegnamento di lui. " Penso che sottostimiamo cronicamente la saggezza che risiede nei bambini, " lui dice. "Conosco bambini che non sanno leggere e scrivere, ma sanno usare il linguaggio abbastanza per fare domande profonde. I bambini ci parlano delle origini della [spiritualità umana], perché fanno domande sul cielo, sulla terra, su ciò che sta accadendo. Queste sono domande morali e spirituali fondamentali. Da dove veniamo? Dove, se non ci siamo, stiamo andando? La coscienza lascia il posto a qualche altro tipo di esistenza eterna o la morte significa la fine di noi?

" Queste sono domande molto complicate, " lui continua, "e queste sono domande che i bambini, come il resto di noi, chiedono. Forse la risposta è che non ci sono risposte. Non è comune, ma di tanto in tanto capita di avere un buon bambino scettico che dirà: "Non credo che ci sia una risposta a queste domande". Infatti un bambino mi ha detto: "Penso che la persona che fa la domanda mi stia dicendo di più su se stesso piuttosto che sulla risposta alla domanda". Abbastanza furbo. Mi sono detto: 'Ecco un futuro psichiatra proprio prima di me'. "

Le conversazioni con i Coles sono così: sei solo seduto lì a parlare, e improvvisamente una storia esplode. Ha il talento di un narratore per dare vita a un racconto e per rendere chiare le informazioni complicate. Di solito anche le sue storie hanno un punto morale.

Questa è una buona cosa; la morale può essere difficile, e non ne parliamo abbastanza. È opinione comune che la moralità discutibile sia il problema di qualcun altro. In parte questo è presunzione: proprio come tutti pensano che le loro maniere siano buone, quasi tutti credono che, personalmente, siano morali e buone. Tuttavia, l'alto livello morale è spesso messo in risalto con aggressività: terroristi e controterroristi credono entrambi di fare la cosa giusta. I politici e le controcultura abbandonano se stessi nel bene più grande mentre perseguono il loro interesse personale. E regolarmente, nella vita di tutti i giorni, a volte senza pensare, anche tu e io.

I bambini non sono i soli compatrioti e collaborazionisti di Coles. Ha anche stretto amicizia e affiancato molte persone altamente influenti, tra cui Robert F. Kennedy, Arthur Schlesinger, Jr. e Martin Luther King, Jr. Il luogo della moralità nella vita pubblica è un tema chiave in molti dei suoi libri, tra cui

Lives of Moral Leadership ,The Mind's Fate eThe Call of Service . Gran parte del suo lavoro dà voce a chi non ha voce. Il mio primo libro di Coles fuThe Old Ones of New Mexico , in cui i contadini messicani-americani semplicemente parlano delle loro vite. Come gran parte del lavoro di Coles, rivela le vite interiori di " normale " persone - e dimostrano di essere straordinari. Coles offre l'impotente voce, nella speranza che i lettori si connettano con loro e trovino e facciano tesoro della nostra comune umanità. In un mondo sempre più diffidente, dove le nostre più profonde convinzioni possono dividerci, Coles è nella tradizione di grandi maestri che ci mostrano ciò che condividiamo.La sua preoccupazione per la moralità non è legata a nessuna tradizione religiosa, ma a una profonda cura per le persone.Le sue intuizioni sono offerte con umiltà e buon umore. Crede che tutte le religioni implichino una ricerca per la comprensione e che le radici della spiritualità umana siano sia sociali che umane. "Credo che anche il lato sociale sia parte della natura umana: siamo una creatura sociale o non esisteremmo, " lui dice. "Dopotutto, qualcuno ci ha nutrito, qualcuno ci ha protetto dagli elementi - c'è l'inizio della società. La comprensione che, per sopravvivere, uno ha bisogno di un altro o di molti altri: proprio lì c'è la base della moralità. "

L'investigatore della morale ha iniziato la sua vita, ammette allegramente, come un bambino a volte egoista. Sua madre era dell'Iowa, suo padre dall'Inghilterra. Si sono incontrati e si sono sposati a Boston, dove è nato e vive ancora Coles. Sua madre era preoccupata per l'ingiustizia, la discriminazione e la povertà, e faceva parte del movimento dei lavoratori cattolici, che stava cercando di curare questi mali attraverso buone azioni: nutrire gli affamati, vestire i poveri. Suo padre era più severo, meno sicuro che gli atti di carità potessero avere un impatto duraturo e scettici sull'analisi psicologica e sulle scienze sociali. A tavola ha offerto ai suoi figli questa definizione di carattere: "Il carattere è come ti comporti quando nessuno guarda".

I suoi genitori avevano standard esigenti - hanno preso sul serio la loro vita morale - e hanno trovato una fonte importante di ispirazione nella letteratura. La letteratura può essere un catalizzatore morale, hanno capito, perché i grandi scrittori esplorano una domanda seria: perché le persone fanno quello che fanno? Crescendo, Coles sentiva spesso i suoi genitori che si leggevano l'un l'altro. Tolstoy, Hardy, Eliot, Emerson, Thoreau: consideravano questi scrittori come amici aiutandoli a trovare un percorso morale attraverso la vita. Le conversazioni serali analizzerebbero ciò che lo scrittore intendeva, quali scelte avrebbero potuto fare i personaggi e cosa invece si sarebbe potuto fare.

Ma da ragazzo, Coles non amava i grandi libri; amava i fumetti. Desiderava che i suoi genitori leggessero al piano di sopra, così da poter sintonizzare la radio su

The Shadow . Né ha sempre considerato la moralità come materia di contemplazione piacevole. Da giovane si ribellò, pensando a sua madre eccessivamente devota. Solo lentamente arrivò a valutare la saggezza dei suoi genitori e apprezzò quanto profondamente i suoi principi si fossero infiltrati in lui.La sua vita è stata dedicata all'evoluzione morale dell'umanità, che definisce come una crescita graduale di connessione e solidarietà. Il problema, dice, è che ci manca uno dei tipi fondamentali di intelligenza. In

L'intelligenza morale dei bambini , suggerisce di sviluppare tre tipi di intelligenza: intellettuale, emotiva e morale. Abbiamo da tempo posto un premio all'intelligenza intellettuale, e nella passata generazione o due abbiamo anche sottolineato l'intelligenza emotiva. L'intelligenza morale non ha ricevuto lo stesso valore. Eppure è il nostro sviluppo morale che ci permette di vivere la nostra coscienza, e quindi vivere una vita sana e completa.I bambini acquisiscono intelligenza morale, crede Coles, osservando ciò che facciamo, non ciò che diciamo. Spiegare una teoria o una credenza va bene, ma se non è supportato dalla prova dell'esperienza concreta, è improbabile che i bambini facciano il proprio. Un ingrediente chiave nello sviluppo di bambini morali è quello di capire cosa vogliamo trasmettere e poi agire moralmente da soli. I genitori (e insegnanti e tutori) devono essere leader e mentori morali per i bambini, piuttosto che per gli amici. Coles è il padre di tre figli. Alzandoli, fu colpito da quanto spesso gli avrebbero insegnato: rallentare, ascoltare, essere presenti, amare. Quando i bambini sono abbastanza grandi per essere influenzati dalla nostra società veloce e materialista, dice Coles, dobbiamo stare accanto a loro, per usare la parola "noi" per aiutarli a sapere che non stanno affrontando l'assalto da soli.

Mi piace i suoi genitori, Coles crede che uno dei modi più potenti in cui impariamo la morale sia attraverso le storie. La letteratura e la poesia ci portano una conoscenza più profonda di noi stessi, della vita e del mondo. " L'intero punto delle storie non è "soluzioni" o "risoluzioni", " Scrive in

The Call of Stories: Teaching and the Moral Imagination , "ma l'ampliamento e persino l'acuirsi delle nostre lotte." La scrittura di Coles è gradevole e non accademica, alla ricerca e sincera. Scrive come parla. Le intuizioni sono offerte e le teorie proposte, ma il punto è considerare le questioni e sviluppare una discussione, non necessariamente una conclusione. Anche le idee e le preoccupazioni degli intervistati sono presentate in modo prominente. I suoi libri sono in parte documentari, in parte chiacchiere da cuore a cuore.Quando è cresciuto, Coles ha imparato da un certo numero di insegnanti, a scuola e fuori, che hanno sottolineato i suoi interessi morali e il potere del linguaggio. Era incline ad una carriera da insegnante, ma ispirato dal famoso scrittore-dottore William Carlos Williams, decise di diventare un medico, e alla fine un bambino psichiatra. Ha trovato il coraggio di scrivere Williams, che ha invitato Coles a fargli visita nella sua casa nel New Jersey. Lo studente ha fatto, molte volte, unendosi al dottore nel suo giro tra le persone più povere di Paterson. Discutevano dei libri e della salute, e la connessione tra i due.

Williams credeva che la maggior parte delle persone fosse bloccata e infelice, sentendosi in qualche modo scollegata dalle proprie vite. Si riferiva al pensiero abituale come "il vetro piatto regolarmente ordinato". della vita. Il vetro piatto, perché è trasparente, dà l'illusione dell'intimità, ma in realtà ti separa dall'altra parte. Non si fidava della mente astratta che lavorava da sola, e credeva che la scrittura potesse essere "sovvertita dal pensiero". Il suo slogan " nessun idee ma nelle cose " (in seguito abbracciato da Allen Ginsberg e da altri scrittori della Beat generation) ha sottolineato la sua convinzione che il terroso ed etereo hanno bisogno l'uno dell'altro, e insieme fondano la vita in una vera connessione.

Come psichiatra in formazione, il primo incarico di Coles fu al Massachusetts General Hospital. Il suo supervisore, il dottor Alfred O. Ludwig, ha sottolineato che invece di limitarsi a formulare una diagnosi e impostare un programma terapeutico, è stato fondamentale capire veramente i pazienti. La chiave per farlo, disse Ludwig, era ascoltare le loro storie. Ha avvertito che i medici possono perdere le sfumature e le sottigliezze di una storia nella "lingua troppo agitata" e nella teoria dell'eccesso. " Questo, ha detto, ha portato i medici a diventare meno umani e a capire le persone solo in teoria.

Coles è arrivato per la prima volta all'attenzione pubblica con un articolo in

The Atlantic Monthly . "Un giovane psichiatra osserva la sua professione" era una valutazione critica, in un momento in cui pochi psichiatri esprimevano tali preoccupazioni. Ha suggerito che la psichiatria, poiché enfatizzava "forma, dettagli e conformità", " era troppo burocratico e istituzionalizzato. "Per il singolo psichiatra, le rigidità istituzionali influenzano i suoi pensieri e atteggiamenti, contaminano le sue parole e sentimenti, e quindi la sua capacità di trattare i pazienti", " ha scritto. " Diventiamo vittime di ciò che più temiamo; la nostra sensibilità muore, e non ci interessa più o non notiamo.L'idealismo giovanile di Coles si imbatté in un muro di mattoni della realtà quando, nel 1958, lui e sua moglie Jane, un'insegnante inglese, si trasferirono da Boston a Biloxi, Mississippi,dove Coles era di stanza come psichiatra dell'Aeronautica. Quando furono fuori dalla base, rimasero sbigottiti per la discriminazione legalizzata, la sofferenza culturalmente tollerata. Domandandosi cosa potevano fare, Jane suggerì a Coles di dedicare più tempo a conoscere le persone nelle loro case. Fu lei a suggerire di chiamare Ruby Bridges; Coles era impegnato, riconosce a secco, concentrandosi sulla "mia carriera"

Tra le esperienze di Coles nel Sud, forse la più spaventosa era la sua stretta evasione di una morte violenta. Era con i difensori civici Michael Schwerner, James Chaney e Andy Goodman nella contea di Neshoba, nel Mississippi, e stava per unirsi a loro nella loro auto quando è stato richiamato in ufficio. I tre sono stati inseguiti da una folla e uccisi, nel caso che è diventato noto come "Mississippi Burning". omicidi.

Coles era un partecipante di prima linea nella lotta per i diritti civili. Ha ampliato il suo studio sulla desegregazione scolastica per includere altri studenti e altri stati. Il suo stile di ricerca pratico e approfondito iniziò ad Atlanta, dopo che i leader neri si rifiutarono di permettergli di accedere agli studenti lì. Coles chiese se poteva essere d'aiuto in qualche altro modo, e fu scherzosamente detto che avrebbe potuto - mantenendo i loro uffici puliti. Così è diventato il loro custode e ha pulito gli uffici per un anno. " Ho imparato lentamente, " scrive in

The Call of Service , "abbandonare la mia dipendenza da questionari e interviste strutturate e invece fare, sperimentare il servizio, e quindi imparare qualcosa su quello che quei giovani avevano in mente mentre andavano il loro attivista vive. " & lt;& gt; Attraverso tutta la sua vita adulta, Coles ha fatto il tempo per fare volontariato, spesso insegnando le competenze di alfabetizzazione nelle scuole di centro città. I suoi genitori erano volontari: credevano che la moralità dovesse essere messa in atto nel servizio civile. La prima volta che il loro figlio si offrì volontario, andò a cuor leggero. Era in una comunità di lavoratori cattolici e un giorno si è lamentato con il regista di come si sentisse un ipocrita. Lei rispose con un colpo all'ego. "L'orgoglio ci fa pensare di essere particolarmente malvagi a volte, " ha detto, "quando in realtà stiamo solo cercando di passare da un giorno all'altro, e ovviamente inciampiamo ogni tanto". Coles era furioso, uscì e non tornò per un mese. Ci è voluto tanto tempo per rendersi conto di quanto fosse stato fiero.

Circondato da politici del Sud che ispiravano la gente all'odio e alla paura, iniziò a considerare il significato e il valore della leadership morale. I leader morali non si limitano a parlare di un buon gioco, ma si comportano in modo moralmente corretto. E hanno il potere di portare le persone a loro, unendosi per fare ciò che è giusto, giusto e umano. La mancanza di una leadership morale, secondo Coles, mina il potenziale di vera felicità nelle famiglie, nelle comunità e nella società. Quando viene esercitata la leadership morale, crea energia positiva anche in luoghi inaspettati. " Questo è quello che ho visto quando Ruby stava lottando per entrare nella sua scuola, " lui dice. "Lei è diventata, in un certo senso, il leader del suo popolo. Le circostanze hanno spinto altre persone a iniziare a fare domande, inclusi alcuni dei ciarlatani. Alcuni di loro iniziarono a sentire molto di più dalla parte di Ruby di quanto avessero mai pensato che avrebbero fatto. " Lo considera per un momento e lo accetta come massima: "A volte le persone vengono coinvolte nella vita e gli vengono dati ripensamenti. Questi ripensamenti possono essere estremamente morali. "

La leadership morale può verificarsi, dice Coles, non solo in situazioni straordinarie, ma nella vita di tutti i giorni. " Nella nostra vita di tutti i giorni, in quei piccoli momenti che diventano grandi momenti, ci tocchiamo l'un l'altro, " lui dice. "Rendiamo esempi l'uno con l'altro, e forse ci aiutiamo l'un l'altro a capire in cosa crediamo. In circostanze normali le persone chiedono cose sulla vita, e altre persone rispondono, e c'è una reazione a catena di un tipo molto carino. Ho visto un momento in un negozio un paio di anni fa, dove una persona stava cercando di rubare qualcosa. Qualcuno gli disse: "Perché stai facendo questo?" Invece di chiamare la polizia o chiamare i nomi degli uomini, ha fatto quella domanda, e ha fermato il ladro sulle sue tracce. L'aspirante ladro guardò e disse: "Non lo so". E l'uomo disse: "Questa è la domanda del giorno per te. Cosa significa questo per te che devi farlo? Cosa ti farà per farlo? Non pensi che ti influenzerà in un modo che non ne vale la pena farlo? '

' L'uomo, penso, fu sbalordito da quel tipo di risposta. Fu un momento interessante e culminò nell'uomo che si allontanava con le spalle accasciate, e l'uomo che aveva posto quella domanda dicendo: "Pensa a tutto questo". "Per Coles, quindi, la moralità è supremamente democratica. Coinvolge tutti; tutti noi abbiamo una parte da giocare.

Chiesto di nominare i grandi leader morali del suo tempo, Coles seleziona Martin Luther King, Jr. e Bobby Kennedy. Entrambi gli uomini si sforzavano di vedere chiaramente, si preoccupavano profondamente della gente comune e avevano una visione per ridurre la sofferenza e migliorare la vita per tutti. In

Lives of Moral Leadership

Coles ricorda Kennedy dicendogli che le persone della classe media e superiore che si sentono frustrate con lo stato del mondo devono affrontare la loro "innocenza privilegiata e, con essa, forse, una inconsapevole inconsapevolezza. " Nel mezzo di complicate lotte politiche, gli disse Kennedy, il punto era "la migliore figura per una vittoria morale, non per una vittoria pirrosa". Per fare questo, ha detto Kennedy, dobbiamo essere consapevoli, tenere gli occhi aperti, aspettarci lunghe e difficili lotte, e non smettere di lavorare per un cambiamento positivo. La moralità è favorita - o minata - non solo a casa, ma su una nazionale scala. Nei paesi di ogni schieramento politico, Coles sostiene inLe vite politiche dei bambini

, la politica della nazione diventa la psicologia quotidiana di un bambino. " L'odio e l'ignoranza sono tramandati dall'esempio e dall'osmosi. Così sono la saggezza e il bene. Coles sta ora lavorando a un nuovo progetto, parlando con bambini americani nati da persone con AIDS, cercando di capire come questi bambini sono affetti dalla malattia. È tornato al punto di partenza: la sua prima ricerca, negli anni Cinquanta, parlava ai bambini con la poliomielite. Comprendere come i bambini siano affetti da malattia, dice, è ancora carente. A cinquant'anni dalla sua carriera, Coles continua a lavorare per i bambini. "Sono interessato alle questioni morali non perché sto cercando di esplorare questioni intellettuali o filosofiche, tanto quanto rispondere come medico ai bambini che ho conosciuto", " lui dice. "Sto cercando di rendere giustizia a ciò che ho sentito da loro."L'ultimo secolo è spesso citato per essere sanguinoso; questo nuovo secolo è iniziato in modo nervoso. Coles vede molti motivi di preoccupazione: i decessi morali avvengono ovunque, dal più piccolo quartiere alla scena politica mondiale. Il potere viene abusato e gli errori ripetuti; la vita umana continua ad essere a filo con sofferenze inutili. Eppure rimane ottimista. In parte questo è basato sulla responsabilità: sa che le persone che rinunciano alla fiducia nel futuro perdono l'energia per combattere la buona battaglia. Eppure il suo ottimismo si basa anche sulle molte esperienze della sua lunga vita.

"Credo che sia nostro dovere essere fiduciosi per il futuro e offrire un mondo migliore per i nostri figli. Il buio di un tipo persistente, che nega la possibilità di speranza, è una cosa molto malinconica per tutti noi, " lui dice. " Sono fiducioso perché ho visto tanti cambiamenti. Guarda cosa ho vissuto: segregazione nel Sud americano, e i poveri denunciati e ostracizzati e negato i loro diritti umani anche in un paese ricco come l'America. Avendo vissuto per vedere quei cambiamenti, si crede che, di conseguenza, possano verificarsi ulteriori cambiamenti.

" Pensa solo a quello che il mondo ha passato. Persone come Hitler e Stalin, grazie a Dio, non sono più con noi. Ciò non significa che non ci sia sempre del male, ma penso che abbiamo superato un sacco di male e possiamo continuare a farlo. Le persone ora ne sanno più l'una dell'altra, dalla televisione e da altri modi. Siamo più intimamente connessi con le altre persone nel mondo e questa può essere la base di un mondo migliore.

" Naturalmente, " conclude, "ciò deve essere seguito da una risposta politica e una risposta morale all'intimità. Altrimenti, diventa un'intimità che non ha conseguenze per noi. "

casa

Tanti discorsi sulla moralità oggi sono segnati da aggressività e ipocrisia, ma Robert Coles parla con una voce morale più dolce e profonda. David Swick si occupa di questo psichiatra infantile, attivista per i diritti civili e autore che ha trascorso la sua vita considerando la natura della moralità e il suo centro…