Punto di vista: The Radical Act of Creating Space

Determinism vs Free Will: Crash Course Philosophy #24 (Potrebbe 2019).

Anonim
Podcast Episodio 3: Come fare spazio per il silenzio e perché dovremmo.

Episodio 3 di Point of View con Barry Boyce, Editor-in -Chief of magazine, e Heather Hurlock, Senior Editor-Digital di,esplorasilenzio e spaziosità. Viviamo in un'epoca in cui la maggior parte degli spazi fisici che abitiamo sono invasi da vari dispositivi, tutti in competizione per un po 'della vostra attenzione. In effetti, la tua attenzione è attualmente scambiata come una forma di valuta in questi giorni sui social media. Le persone vengono "pagate" dal pubblico e dai "punti di vista", il che significa occhi puntati sul contenuto. Tutto ciò rende la ricerca della solitudine e la creazione di uno spazio per te stesso un atto molto radicale.

HH: Barry, come può la gente iniziare a ritagliarsi un piccolo spazio silenzioso?

BB : Hai questo tipo del linguaggio che la gente usa a volte per "lasciare uno spazio", è necessario "dargli un po 'di spazio". Sembra una specie di woo woo and odd. Ma quello a cui si riferisce semplicemente sta allentando una specie di claustrofobia mentale che abbiamo dove stiamo cercando di impacchettare così tanto. Se abbiamo un'esperienza, sentiamo automaticamente e rapidamente bisogno di capire se è buono, cattivo o brutta. Se gli diamo un po 'di spazio questo significa che stiamo permettendo qualche incertezza. Stiamo permettendo alcune lacune nella conversazione. Quindi, se qualcuno dice qualcosa, non devi automaticamente saltarci sopra e rispondere e aver capito tutto. Puoi lasciare un po 'di spazio per la riflessione.

HH: Quindi, la pausa è importante, non solo in termini di quando ti siedi per meditare, ma anche mentre interagisci con le persone per tutta la giornata.

BB : Il silenzio nella meditazione ha un aspetto nel ridurre il numero di input con cui siamo bombardati. Il silenzio riguarda anche il non aver bisogno di parlare. Parliamo tanto e nelle nostre vite, e parliamo di tanta parte della nostra vita, che avere una piccola pausa da ciò, dove non dobbiamo riempire lo spazio con le nostre stesse parole, può essere davvero un po '

HH: Quindi, è un po 'come abbassare il tuo "sé performer" in modo da poter sentire cosa sta succedendo intorno a te?

BB : Rimozione della pressione per dover dire qualcosa tutto tempo, per commentare e riempire lo spazio con il tuo discorso, scopri di iniziare a notare di più le persone. E noti di più ciò che ti circonda. E noti come il tuo output verbale spesso incornicia e plasma ciò che stai vivendo. Quando ti prendi una pausa da questo, hai la possibilità di vedere quello che spesso chiamiamo "un mondo più spazioso".

HH: Quindi, in fondo, questo è un modo educato di dire alla gente di stare zitto e meditare. Vedo dove stai andando con questo.

BB : Se stai parlando o ascoltando qualcuno che parla, puoi dire, riempiendo lo spazio mentale, lo spazio mentale è pieno di qualcosa. Se non lo fai, e sei lì seduto con un semplice compito di assistere al tuo respiro, inizi a notare i tuoi pensieri - mentre così spesso siamo così presi dal caos e dal rumore che non facciamo Notiamo che i nostri pensieri si stanno formando e non notiamo l'effetto che questi pensieri possono avere.

Quindi, se meditiamo in silenzio e emerge il pensiero: Vorrei davvero che mio figlio non lasciasse grossi problemi la cucina, mi fa davvero schifo…Puoi iniziare a notare irritazione e rabbia formando. E tu puoi accorgertene e riprendere fiato. Ma tu hai notato .Perché il silenzio ti ha dato l'opportunità di sintonizzarti su quel canale. Avendo notato che non è necessario scrivere una tesi su di esso o fare un grosso problema a riguardo, perché sto avendo questi pensieri cosa farò a riguardo?Puoi semplicemente lasciarlo lì.

Uno dei grandi valori della meditazione, in realtà, è quello di punteggiare la nostra vita con pause e pause e periodi di apertura, in cui non stiamo cercando di riempire lo spazio mentale, ma stiamo solo vedendo cosa succederà dopo.

HH: A volte il silenzio può sembrare davvero a disagio, può farti sentire irrequieto. Come lo superi?

BB : Se fai un ritiro di meditazione, che può essere una mezza giornata o un giorno o un paio di giorni o più a settimana o più, e nella maggior parte dei ritiri c'è almeno un periodo di silenzio totale. Potrebbe essere un giorno potrebbe essere una settimana intera anche di totale silenzio. Ora, di solito c'è un qualche tipo di linee guida che usi parlare quando è funzionale e necessario. Quindi se ti tagli e hai bisogno di andare a cercare aiuto, sicuramente parli. Ma in generale, se lasci l'area di meditazione e vai a prendere del cibo, semplicemente ti alleni e prendi il cibo e mangia il cibo in silenzio. E, curiosamente, all'inizio la gente pensa che sia molto strano, perché immagina se sei andato in un ristorante e nessuno parlava. Ci sono 60 o 70 persone nel ristorante, coppie, gruppi di quattro e cinque, e nessuno parla. Ora, sarebbe piuttosto strano. Penseresti di essere in una specie di film di zombi o qualcosa del genere. Infatti a volte le persone che hanno partecipato a un ritiro di meditazione per la prima volta dicono " Wow è come se tutti fossero zombi"perché non stanno parlando. Ma di solito la maggior parte delle persone, dopo un periodo di tempo, arriva ad apprezzare il silenzio.

HH: Quindi, la pratica è l'unico modo per sentirsi a proprio agio con il silenzio? Ma pensi che mettere a posto le cose, mettere a punto il mondo, possa portarti a essere disconnesso dal mondo intorno a te? Corriamo il rischio di trasformare le persone in zombi, zombi silenziosi e sorridenti, sostenendo il silenzio meditativo? Immagino sia quello che sto chiedendo, il silenzio è salutare per costruire relazioni con le persone e il mondo intorno a te?

BB : Il silenzio può effettivamente cambiare il modo in cui comunichi un po '. Può cambiare il tuo modo di sentire. Può cambiare il tuo modo di pensare anche un po '. Perché il silenzio e le punteggiature tra i contenuti possono essere interessanti quanto il contenuto stesso. Per iscritto, i bravi scrittori sanno che il ritmo è la chiave per scrivere in modo bello ed efficace. E ha molto a che fare con il modo in cui punteggia. Quindi, uno dei grandi valori della meditazione, in realtà, è quello di punteggiare la nostra vita con pause e lacune e periodi di apertura, dove non stiamo cercando di riempire lo spazio mentale, ma stiamo solo vedendo cosa succederà dopo

Iscriviti per supportare