Ora e poi

un ora e poi Sandro Giacobbe (Luglio 2019).

Anonim
Le persone spesso mi chiedono come introdurre gli adolescenti alla consapevolezza. Uno dei modi migliori per rispondere a questa domanda è illustrarlo attraverso una storia della mia vita, come l'avventura di snorkeling che ho menzionato nel mio ultimo post. Trovo che mescolare storie con esempi di vita reale dal mondo dei ragazzi, insieme a →

Le persone spesso mi chiedono come introdurre gli adolescenti alla consapevolezza. Uno dei modi migliori per rispondere a questa domanda è illustrarlo attraverso una storia della mia vita, come l'avventura di snorkeling che ho menzionato nel mio ultimo post. Trovo che mescolare storie con esempi di vita reale dal mondo dei ragazzi, insieme a un'adeguata quantità di auto-rivelazione, mi porti un sacco di chilometri a connettermi con gli adolescenti e cercare di aiutarli.

Se torniamo a la mia mente piena di preoccupazioni, come ho previsto di fare snorkeling, possiamo vedere che parlare di quell'esperienza è solo il tipo di apertura che aiuterebbe gli adolescenti a relazionarsi con un modello comune nelle loro menti. Un grande intervento da usare con i ragazzi è quello di far loro scoprire quanti dei loro pensieri sono effettivamente su ciò che sta accadendo qui e ora. Possono vedere che trascorrendo così tanto tempo a pensare a cose che sono già accadute o che stanno per accadere, non stanno vivendo la loro vita in questo momento. Quanto si perdono nel presente?

Come esercizio, puoi farli annotare tutti i pensieri che gli vengono in mente per un periodo da tre a cinque minuti. Dopo aver finito, chiedi loro di contrassegnare ogni pensiero con una "P" per il passato, "N" per ora e "F" per il futuro. È facile per loro vedere che la maggior parte dei loro pensieri non si trovano nell'ora. Il punto di questa attività è di aiutarli a scoprire che essendo consapevoli trascorrono meno tempo a concentrarsi sui pensieri passati o futuri, molti dei quali non sono particolarmente utili, come le preoccupazioni e i giudizi su se stessi o sugli altri. Le persone hanno bisogno di pensare al passato e al futuro, ma se i ragazzi possono concentrarsi maggiormente sul momento presente, potrebbero attenuare alcuni dei problemi mentali e fisici derivanti dal trascorrere così tanto tempo nelle loro teste.

Vedi, Ascolta, Senti

Mentre ero in acqua e iniziai a fare snorkeling, notai che le pinne mi facevano male ai piedi. Ho dimenticato di respirare solo attraverso la mia bocca, e ho preso molta acqua salata attraverso il naso, il che era sgradevole. Mi sentivo freddo e ho notato quanto diversa fosse la parte del mio corpo sopra l'acqua dalla parte inferiore. E poi, "Oh mio Dio, bellezza, stupore!"

Ho visto un mondo che non avevo mai visto prima: i colori, tutti i pesci piccoli e grandi, il corallo e come tutto formava una comunità. Ho notato come il pesce si muoveva nelle scuole, come scivolavano nell'acqua. Mi stavo chiedendo perché alcuni pesci fossero più vicini e altri più distanti. Un visitatore del loro mondo, stavo vedendo qualcosa con occhi nuovi. Incoraggio i ragazzi con cui lavoro per vedere le cose con occhi nuovi. Cerco di suscitare quello che vedono nel loro mondo: ciò che costituisce il loro mondo e ciò che dà loro uno scopo. Mi informo sulle diverse relazioni nelle loro vite, su quali scuole di pesce frequentano, per avere uno sguardo approfondito nel loro mondo. A volte il loro mondo può sembrare nuovo per me come lo snorkeling per la prima volta.

Trovo molto utile usare i nostri sensi per sperimentare cosa sia la consapevolezza piuttosto che fare affidamento su una definizione. Chiedi a un adolescente di dirti cosa vedono, odora, ascolta, tocchi e assapora in un dato momento. Primo, li farà essere presenti, proprio qui in questo momento. Secondo, potrebbero notare qualcosa che hanno visto migliaia di volte, ma mai notato. Puoi chiedere loro di condividere ciò che vedono, annusano e così via, e poi condividere cose che hai notato che non hanno, e viceversa. Imparerai da loro facendo ciò, che può accadere in così tanti momenti con gli adolescenti se sei aperto.