La consapevolezza nelle scuole può fornire un'ancora di salvezza per gli adolescenti

Psiche e soma: neuroscienze e emozioni (Potrebbe 2019).

Anonim
Come la visione di una madre per aiutare gli amici di sua figlia e di sua figlia si trasformò in un programma di consapevolezza che è stato insegnato a 15.000 bambini in otto distretti scolastici.

Stress, ansia,droghe, omicidi, suicidi e adolescenti. È roba da notizie in prima pagina, video virali su YouTube e serie TV. Eppure, per Fiona Jensen a Cotuit, nel Massachusetts, a Cape Cod, ha colpito troppo vicino a casa.

"Che cosa sta succedendo con questi adolescenti? Sono costantemente in crisi, reagendo, non rispondendo. "

Jensen non aveva certamente bisogno di leggere l'ultimo studio sull'impatto dello stress sugli adolescenti: sua figlia e le sue amiche erano una testimonianza vivente e affannosa. Era il dicembre 2008, e Jensen e la sua figlia di 16 anni erano appena tornate dal funerale di un amico del liceo che era stato assassinato durante un presunto episodio di droga. Del gruppo seduto nella cucina di Jensen dopo il funerale, uno dei ragazzi era dedito all'ossicodone, uno era così ansioso che vomitava tutte le mattine prima della scuola, e un altro era in terapia per la depressione. Descrivendo la propria figlia al momento, Jensen dice che era "una bomba a tempo di rabbia e tristezza". "Ho pensato tra me e me, 'Cosa sta succedendo con questi adolescenti?'", Dice Jensen. "Sono costantemente in crisi, vivono con una scarica di adrenalina per tutto il tempo - reagendo, non rispondendo".

Le sue osservazioni combaciavano con le statistiche riportate nello stesso periodo in un sondaggio nazionale del 2009 condotto dal americano Associazione psicologica : il 28% degli adolescenti e il 14% dei ragazzi hanno dichiarato di essere "preoccupati molto" o "molto" e molto più di quanto ne sapessero i loro genitori. I Centers for Disease Control and Prevention elencano il suicidio come terza causa di morte per i giovani tra i 10 ei 24 anni. Ciò si traduce in circa 4.600 giovani vite perse ogni anno negli Stati Uniti. Jensen stava vedendo sempre di più suonare nella sua comunità. Sei mesi dopo quel primo funerale, ce n'erano altri due: entrambi suicidi adolescenti.

"In quel momento, ho pensato, Okay, è così, devo fare qualcosa", dice Jensen. "Avendo una pratica di mindfulness tutta mia, ho sentito che parte del problema è che questi ragazzi non hanno assolutamente nessuna capacità di mettere in pausa."

Jensen sapeva che qualsiasi tipo di soluzione doveva essere parte della giornata scolastica, dal momento che uno stress -programma di riduzione che si terrà alla fine della giornata probabilmente non attirerebbe molti adolescenti. Senza sapere nulla sull'avvicinarsi ai consigli scolastici, sulla creazione di programmi educativi o sulla raccolta di fondi, Jensen è un terapista occupazionale che commercia-ha fatto avanti. A gennaio 2010, aveva organizzato il primo programma pilota per insegnare la respirazione consapevole, la meditazione e altre tecniche di riduzione dello stress. Sessantacinque studenti hanno preso parte a questo programma. Nel giugno di quell'anno, Calmer Choice ricevette lo status di non-profit. Il seguente anno scolastico, il programma ha raggiunto 800 bambini; l'anno dopo, 1.500.

"Avendo una pratica di consapevolezza personale, ho sentito che parte del problema è che questi ragazzi non hanno assolutamente alcuna possibilità di fermarsi."

Otto anni dopo, nel 2017, il Calmer Il programma Choice ha ora raggiunto più di 15.000 studenti. E non è solo per gli adolescenti: i bambini dalla scuola materna alla dodicesima classe, in otto diversi distretti scolastici di Cape Cod, ora hanno accesso al programma.

"Abbiamo avuto figli che ci dicono che usano pratiche di consapevolezza per addormentarsi di notte ", Dice Jensen. "Li usano prima di una partita di calcio o di una partita di wrestling. Invece di fare un buco nel muro quando sono frustrati, si siedono e praticano il loro respiro consapevole. "

Jensen dice che la consapevolezza riguarda l'insegnamento della resilienza interiore dei bambini, insegnandoli da dentro e fuori. Per fare ciò, il programma esplora come lo stress influenza il cervello e come la consapevolezza possa aiutare chiunque a riconquistare il controllo - conoscenza che suggerisce l'autoregolamentazione.

Calmer Choice ha collaborato con la Tufts University di Boston per studiare e misurare l'effetto della consapevolezza su quelli i bambini che partecipano e gli studi continuano con Yale, MIT e Harvard School of Education.

Calmer Choice è diventato un lavoro a tempo pieno per Jensen, lasciando la Visiting Nurse Association di Cape Cod tre anni fa. Ma lei non ha intenzione di ridimensionarla. "La mia visione," dice Jensen, "è che a scuola impari la matematica, impari la scienza, impari la storia, impari la consapevolezza.

" Immagina che quando ti diplomerai avrai questa cosa chiamata consapevolezza nella tua cassetta degli attrezzi. Poi, quando arrivi al college e hai voglia di saltare fuori dalla finestra del tuo dormitorio - perché hai appena rotto con il tuo ragazzo e hai fallito il tuo test tedesco e la vita è troppo travolgente - pensi, aspetta un attimo, cos'è stata quella cosa che ho imparato a scuola? "

Questo articolo è stato aggiornato da un profilo apparso nel numero di Aprile 2013 della rivista .

Le migliori pratiche per la consapevolezza nelle scuole

E la maggior parte degli esperti di consapevolezza riconosce di poter immaginare situazioni in cui potrebbe ci sono alcuni problemi rispetto al modo in cui alcuni programmi di consapevolezza vengono introdotti nelle scuole pubbliche. Ma come regola generale, tutti concordano sul fatto che portare un programma di consapevolezza adeguatamente costruito in una scuola pubblica sia una buona idea.

"Una delle cose che tutti devono capire è che questo è un campo molto nuovo", afferma la Groenlandia. "E a causa di tutta la ricerca positiva e dei risultati chiari, il campo ha galoppato così rapidamente che ci sono aspetti che hanno bisogno di rimettersi in pari con se stessi". Venire con una serie di buone pratiche è una delle cose che devono

"La consapevolezza nell'educazione non solo supporta il benessere e la resilienza degli insegnanti, ma anche la loro capacità di gestire le sfide in classe, migliora anche la qualità delle loro relazioni in classe e aiuta gli studenti a diventare più produttivi".

Presso la Curry School of Education dell'Università della Virginia, troverai la Dott.ssa Patricia (Tish) Jennings, uno dei leader nel portare consapevolezza in classe a beneficio di studenti e insegnanti. Sta per pubblicare un articolo in cui afferma che la consapevolezza nell'educazione non solo supporta il benessere e la resilienza degli insegnanti, così come la loro capacità di gestire le sfide in classe, migliora anche la qualità delle loro relazioni in classe e aiuta gli studenti a diventare più

Nel dicembre 2015 Jennings ha pubblicato un articolo sulla rivista Mindfulness,intitolato: "Programmi basati sulla consapevolezza e il sistema della scuola pubblica americana: raccomandazioni per le migliori pratiche per assicurare la secolarità". delinea il motivo per cui i programmi di consapevolezza nelle scuole pubbliche non violano la separazione tra chiesa e stato. E descrive alcuni passaggi che i programmi di consapevolezza possono fare per assicurarsi che non si stiano allontanando dalla secolarità della consapevolezza:

  1. Costruire sulla scienza:I programmi dovrebbero progettare i loro curriculums basati su prove di studi scientifici che mostrano il cognitivo, neurologico,benefici sociali e comportamentali della consapevolezza.
  2. Err dalla parte della laicità:Per evitare malintesi, evitare di usare qualsiasi linguaggio, artefatti o credenze associate a pratiche in contesti religiosi - nessuno di questi dovrebbe essere portato in una scuola pubblica Ciò significa niente ciotole o piatti tibetani. Queste cose possono dare l'impressione che la pratica abbia un significato religioso, quando l'intenzione è puramente laica.
  3. Descrivi le aree di interesse in termini secolari : Introdurre nomi, parole o suoni che provengono da una tradizione religiosa per focalizzare l'attenzione durante la pratica non è adatto per le scuole pubbliche. Mentre potresti voler focalizzare l'attenzione sul centro del torace o sul centro di gravità del corpo, insegnare le associazioni che queste aree del corpo hanno in un contesto religioso è inutile e inappropriato.
  4. Lascia l'energia dove appartiene : Fai attenzione a non dare l'impressione che la consapevolezza implichi la trasmissione di qualsiasi tipo di energia spirituale o metafisica. La pratica della gentilezza amorevole, ad esempio, non è intesa a trasmettere qualcosa a qualcun altro, ma a generare semplicemente sentimenti positivi e premurosi in se stessi per sé e per gli altri.

Questi passaggi non sono intesi a nascondere associazioni con tradizioni religiose, afferma Jennings. Hanno lo scopo di aiutare gli educatori a garantire che i programmi che stanno introducendo siano completamente secolari e basati sulla scienza - che la ragione per cui si desidera una pratica di mindfulness nella propria scuola sia basata sulla scienza, piuttosto che sulla credenza.

The Future of Educazione: aule consapevoli

arcobaleni, sole e unicorni