Regista "Inside Out" Pete Docter sull'importanza di uscire dalla propria testa

Inside Out (2015) (Potrebbe 2019).

Anonim
Soffermati sul negativo e lascia che i momenti di gioia ti passino vicino? In questo podcast, scopri come il regista vincitore del premio Oscar Inside Outè uscito di testa e ha gustato il bello della sua vita.

Episodio 5 del Podcast Science of Happiness di Greater Good Science Centro, con Pete Docter, regista di Inside Out, in una conversazione con Dacher Keltner.

//greatergood.berkeley.edu/videos/SoH_Episode_-_Savoring_Walk_mix_6.mp3

Pete Docter:Per ben tre anni siamo andati su una traccia diversa di Inside Out . Avevamo Joy in coppia con Fear.

(audio clip) I'm Joy. That's Fear.

E abbiamo trovato un sacco di cose divertenti. Conoscevamo la produzione dei sogni, avevamo il subconscio, avevamo tutti questi bei pezzi. E poi abbiamo sviluppato il film e lo stai scrivendo fino al punto in cui Joy ora torna indietro e fa qualcosa che non avrebbe mai potuto fare all'inizio del film grazie alla paura. Ed è…. Cosa?

Non ne avevo idea. E questo era giusto all'incirca quando dovevamo andare in produzione. Quindi la pressione era alta e io ero seduto il fine settimana prima di andare, non abbiamo un film. Cosa faremo? Non ho un film qui perché non so cosa faccia Joy alla fine del film.

Voglio dire che abbiamo un concetto con personaggi e cose, ma qual è il punto? Qual è l'affermazione del film?

Mi ricordo di andare in giro nei boschi e solo pensando di smettere o di essere licenziato.

Mi ricordo di andare in giro nei boschi e solo pensando di andare a smettere o essere licenziato. E io non lo sapevo e così ho letteralmente iniziato a pensare, beh vediamo cosa succederebbe se smettessi? Probabilmente dovrei vendere la casa. Potrei dover spostare. E mi sono davvero lasciato andare. E poi comincio a pensare, beh, cosa mi mancherà davvero? Beh, mi mancheranno i miei amici - molti dei miei amici più cari sono in realtà persone con cui lavoro. E mi sono reso conto di aspettare un attimo, queste sono persone con cui ho passato dei bei momenti felici, ma sono stato anche incazzato e triste per il fatto che abbiamo sofferto di una perdita insieme abbiamo passato tutta questa gamma di emozioni e improvvisamente di colpirmi nel mezzo della foresta… Aspetta un attimo. Questo è esattamente ciò che abbiamo a che fare con la materia. Questa è la chiave di tutto il film!

Dacher Keltner:Quella passeggiata cambiò non solo il finale ma il messaggio più grande di Inside Out . E accoppiando Joy with Sadness e non Paura, ha cambiato la nostra conversazione culturale sulle emozioni.

In ogni episodio del nostro podcast, abbiamo una cavia della felicità che prova una pratica progettata per aumentare la felicità, la resilienza, la gentilezza o la connessione. E poi esploriamo la scienza dietro di esso. Unirsi a noi oggi è la nostra felicità porcellino d'India è Pete Docter, regista premio Oscar di Monsters Inc . Su e più recentemente Inside Out. E tu sai che una delle cose che abbiamo imparato nella scienza della felicità è prendere il momento giusto per esprimere gratitudine. E uno dei grandi privilegi della mia carriera è avere la possibilità di lavorare sul tuo film, Inside Out .

Pete Docter:Beh, è ​​molto bello. Grazie. È stato un grande piacere lavorare con te. È così che ci siamo incontrati per primi. E ho imparato tantissimo da te e continuo a utilizzarlo ora anche dopo i film, quindi è davvero fantastico.

Dacher Keltner:È stata una delle conversazioni più interessanti e sorprendenti che abbia mai avuto di. Ti sei letteralmente immerso nella scienza che è così importante per la scienza della felicità.

Pete Docter:Beh, penso che per tutti i film che risalgono fino a Toy Storyabbiamo fatto un Un sacco di ricerche perché non vuoi semplicemente mettere qualcosa che hai inventato sullo schermo vuoi che le persone lo riconoscano come vero e veritiero.

Dacher Keltner:La prima domanda che mi hai chiesto è che hai detto, sai, quante emozioni ci sono? E mi piaceva Pete, sai che ho un sacco di dati e qui ci sono alcuni grafici e pensiamo che ci siano 21, 22 emozioni e… non hai messo 22 emozioni nel film.

Pete Docter:No. Abbiamo avuto difficoltà a tenere traccia solo dei cinque che abbiamo scelto.

I personaggi provano altre emozioni rispetto a quelle che rappresentano. Abbiamo guardato più simile, questo è il loro lavoro, questo è il loro interesse. Ed è qui che voi ragazzi ci avete davvero aiutati, da un punto di vista scientifico. Quindi improvvisamente abbiamo un'idea di, oh la rabbia non è solo qualcosa da evitare. È una risposta a sentirsi offeso, a sentirsi come se qualcuno si approfittasse di te. Ora improvvisamente so come scrivere per quel personaggio.

Dacher Keltner:In che modo la tristezza è diventata così importante nel film?

Pete Docter:Beh, il film ha avuto origine dal pensare che sarebbe stato bello fare emozioni e poi guardare davvero mia figlia che aveva circa 11 anni, forse 12 anni che aveva attraversato un enorme cambiamento come facevo da bambino, e un sacco di gente da quel ragazzo felice e frizzante che parlerà con chiunque e tutto è possibile, e lei farebbe qualsiasi cosa e all'improvviso lei stava iniziando… Vorremmo parlare con i suoi insegnanti e loro sono come, Ellie è una bambina tranquilla, non è vero? E ci piace cosa ?! Di chi stanno parlando?

E c'è una vera tristezza per me per quella perdita d'infanzia, per l'innocenza che hai. E ovviamente c'è una grande ricchezza di cose positive da guadagnare crescendo. Ma c'è una tristezza. È una cosa innegabile quando le cose cambiano e tu e tu perdi qualcosa. Quindi sembrava davvero prezioso e pertinente. E poi, naturalmente, mentre parliamo con te, ti rendi conto, ragazzo, c'è un sacco di persone che cercano di evitare la tristezza come meglio possono - stanno bevendo, stanno prendendo droghe o fanno qualcosa piuttosto che non provare quell'emozione perché sembra così negativo e poi, comprendendo il potere della tristezza e gli aspetti positivi di esso.

Dacher Keltner:So che molte persone hanno cambiato il loro modo di pensare a quella parte particolare delle nostre vite emotive.

Quindi Voglio chiederti, per la tua pratica del Bene buono in azione come la nostra cavia… hai scelto una camminata saporita. Quando le persone mi chiedono quali sono le tre o quattro cose essenziali da fare per essere sani e felici, la prima cosa che dico è uscire e camminare. Lo sappiamo, esci tra gli alberi per un paio di minuti e non ti senti così auto-focalizzato, come le cose che ti hanno infastidito. Quindi cosa è successo durante la tua passeggiata?

Pete Docter:Beh, questa è sicuramente l'esperienza che ho avuto. Generalmente, arrivo con molta ansia e cose che sto masticando e in qualche modo, di nuovo solo fuori, e non così focalizzato sull'io penso, per esempio, sei un po 'consapevole di tutte queste altre cose ti porta fuori di testa. E alla fine, mi sembra di essere in grado di concentrarmi sulle cose che sono più importanti e di lasciare molta ansia… per me.

Dacher Keltner:Sei stato abbastanza gentile per registrare un po 'del tuo cammino così il primo che ascolteremo, e sono curioso di ricevere le tue riflessioni, mentre torni a casa dal lavoro.

Pete Docter:È è stata una specie di giornata stressante. Un sacco di cambiamenti in corso e… Sento odore… spaghetti. È abbastanza buono. Ci sono suoni dappertutto e tu pensi solo al traffico ma senti solo qualcuno fischiare, un suono di foglie, un tipo di suono confortante. In realtà un sacco di odori. Al di là degli spaghetti, sto ricevendo le candele. Forse un po 'di una specie di lavanda. C'è una forchetta. Qualcuno ha lasciato cadere una forchetta. Da dove viene?

Più inizio a notare, voglio rallentare le indagini. Mi è sempre piaciuto camminare perché è un po 'terapeutico. Mi sento come se mi rilassi. Invece di concentrarmi sulle cose esteriori, di solito vado verso l'interno, ma trovo che poi posso tornare a casa e rendermi conto che in realtà non ho visto nulla. Ero solo nella mia testa per tutto il tempo.

Pete Docter:Mi piace come sto dicendo, sono molto rilassato perché c'è come un vigile urbano o qualcosa in sottofondo.

Dacher Keltner: Ambulanza con lo zoom di. E mi piace anche che non puoi sfuggire al vignettista che è in te… vedi la forchetta… Vedo solo queste scene.

Pete Docter:Attira la tua curiosità. Perché vedi cose mentre ti rendi conto. Aspetta un attimo, perché dovrebbe esserci una forchetta? Cosa è successo a questo. Quel qualcuno ha lasciato la forchetta nel bel mezzo di… una forchetta nella strada. Vedi c'è un cartone lì.

Dacher Keltner:Perché pensi che sia? Cosa ti apre la tua curiosità sul camminare?

Pete Docter:Penso che ciò che ti dà è questo costante input di cose e idee e ne sei consapevole o no ma sei costantemente come nutrire il tuo cervello.Se sei seduto in una stanza stai solo guardando una cosa. Qualcosa sui molteplici feedback diversi che stai ricevendo. Odori e tatto e tutte queste cose, penso, ti svegliano davvero.

Dacher Keltner:Sì. Ed è interessante come gli odori siano importanti. Odori le candele e gli spaghetti…

Pete Docter:E di nuovo uno di quelli tipo il subconscio di cose in genere, perché non è stato fino a quando ho iniziato a rendermene conto perché stavo registrando me stesso che ero consapevole di esso. Ma di solito lo prendi a meno che non sia super-offensivo come una puzzola o qualcosa del genere.

Dacher Keltner:L'altra cosa è davvero interessante su quello che hai fatto e lo apprezzo molto ed è importante quando pensiamo al i vantaggi dell'essere fuori è… sai, il primo è una specie di passeggiata urbana. Ed è importante ricordare quanta bellezza ci sia nelle passeggiate urbane. E poi sei andato in un parco. Quindi ascoltiamo il tuo secondo nastro:

Pete Docter:Mentre sto iniziando qui, ci sono un sacco di cose che mi stanno andando sopra e sopra la testa ed è per questo che faccio spesso passeggiate solo per pensare a roba perché è privo di distrazioni. Qualcosa sull'esercizio fisico mi aiuta a concentrarmi. Ma penso che il punto di questo esercizio non sia quello di andare dentro, ma di prestare attenzione a cose là fuori, quindi cercherò di farlo.

Intendo la prima cosa che noto quando sono in sintonia, sono solo odori che di solito ignoro. Ma è un sacco, un po 'di muffa, un odore terroso leggermente stagnante.

Le nuvole sono davvero intense. Un sacco di Forme strane interessanti. Sicuramente non Cumulus sono gli opposti, il tipo di stria che ho dimenticato i nomi di. E anche se dicono che sono tentato di cercarlo su Google ma non lo farò.

È sicuramente una lotta costante per mantenere la mia mente concentrata su cose esterne. Infilare rapidamente l'interno.

OK, sono passati circa 20 minuti a piedi. Immagino di sentirmi più leggero, più lucido ora di quando ho iniziato. La mia testa non ronza di tante preoccupazioni e pensieri.

Dacher Keltner:Non sappiamo ancora scientificamente cosa sta succedendo nel cervello ma chiaramente quando pensi a quanto tempo ci siamo evoluti, nel nostro rapporto con la flora e la fauna e i profumi e quanto sia importante trovare cibo, probabilmente sta attivando quelle vecchie parti del cervello coinvolte nella bellezza e nella curiosità.

Pete Docter:Beh ha senso intendo se pensi a quanto tempo siamo stati in giro sul pianeta e quanto breve siamo stati incapsulati in piccole scatole. sai che ha senso che questo è il tipo in cui effettivamente apparteniamo… là fuori.

C'è molta spinta verso la felicità. Ma quanto abbiamo davvero intenzione di avere su base giornaliera? Forse stiamo cercando un senso di contentezza.

Sono curioso di questo. C'è molta spinta verso la felicità. Ma quanto abbiamo davvero intenzione di avere su base giornaliera? Ed è la felicità forse anche la parola giusta perché la felicità implica uno stato di sopra della media. Come un'euforia. E penso che ciò che alla fine forse stiamo cercando è più un senso di contentezza. È giusto? Non lo so. Sto solo pensando ad alta voce qui.

So per me che lavoro sui film c'è questa sensazione che tu stia lavorando per qualcosa. Come, Okay, posso sopportare tutta questa miseria e stress perché una volta uscito il film, quindiSarò felice

Dacher Keltner:Eri contento?

Pete Docter:No. No.

Dacher Keltner:Ricordo di averti rintracciato, anche dopo aver vinto il premio Oscar.

Pete Docter:Lo guardo ancora e vado come oh, avremmo potuto farlo meglio. E / o non me ne importa più ora sono al prossimo. Quindi per me, è una delle grandi lezioni del lavoro creativo che non si tratta di finire. Si tratta del processo per farlo. Sai, questa è la vera gioia. E se sei infelice goditi la miseria.

Dacher Keltner:Penso che stai facendo un buon lavoro.

Pete Docter:Bene, grazie.

Dacher Keltner:Beh, conosci Pete, voglio ringraziarti per essere la nostra cavia e per i film che fai e anche per essere un grande amico.

Pete Docter:Grazie! Per lo stesso.

Dacher Keltner:Se vuoi provare questa passeggiata e altre pratiche simili, troverai semplici istruzioni sul sito web. Più buono in azione.

Gli studi dimostrano che prendendosi il tempo di fermarsi e annusare le rose o quello che i ricercatori chiamano assaporando può migliorare la felicità e aumentare sentimenti di apprezzamento e gratitudine semplicemente prestando attenzione alle cose che odori e suoni che spesso trascuriamo le loro delizie rimarranno spesso con noi molto tempo dopo il loro passaggio.

Per saperne di più su come il sapore migliora la nostra salute e la nostra felicità, abbiamo qui Craig Anderson. Craig è uno studioso post-dottorato presso la UC San Francisco e sta facendo alcune ricerche interessanti sui vantaggi di ottenere all'aperto per i veterani e altre comunità con risorse insufficienti. E così Craig è bello averti allo show. Grazie per essere qui.

Craig Anderson:Beh, è ​​un piacere essere qui.

Dacher Keltner:Ora so che ti interessa una varietà di diversi stati emotivi che sorgono quando siamo all'aperto e goditi i boschi. Ma in particolare siamo interessati ad assaporare. Quindi, come definisci l'assaporazione?

Craig Anderson:Mi definisco assaporando come prestare attenzione e apprezzando davvero le cose positive che ti succedono nella tua vita.

Dacher Keltner:Tipo di essere assorbito in o prendere ciò che è buono intorno a te o ciò che è bello.

Craig Anderson:Esatto, esattamente giusto.

Dacher Keltner:Se un amico voleva davvero fare una passeggiata, cosa sarebbe assomiglia?

Craig Anderson:Quindi, se sei fuori in una passeggiata assaporante, concentrati solo sulle cose intorno a te. Anche se è una passeggiata che hai fatto 100 volte. Notare il modo in cui le luci stanno arrivando attraverso gli alberi o come i fiori hanno appena iniziato a fiorire. Basta aprire la tua attenzione, essere presenti al momento, è il modo giusto per fare una passeggiata assaporante.

Dacher Keltner:Bello, quindi togliti quegli smart phone… ed è quasi come un esercizio consapevole proprio come te. Guarda cosa senti, guarda cosa vedi. Partecipate.

Craig Anderson:Oh penso che l'odore sia una parte enorme. È uno dei sensi che tendiamo a trascurare. Ed è stato davvero importante per noi come specie. Quindi penso cose che vedi, cose che odori, cose che senti, tipo di usare tutti quei sensi che ci sono stati dati, per essere davvero radicati in quel momento.

Dacher Keltner:Che cos'è uno di i tuoi studi preferiti sulla letteratura scientifica sull'assaporazione.

Craig Anderson:Beh, uno dei miei studi preferiti che trova tipo va come ci si aspetterebbe dalle persone più sane, più felici sono. Ma due delle scoperte che mi hanno veramente colpito sono state le persone che sono davvero ad alto livello di assaggio anche se avevano una cattiva salute - quindi avevano un sacco di dolore, cose fisiche che impedivano loro di fare le cose che volevano fare - Erano come felici come persone che erano perfettamente in salute. E la seconda scoperta che mi ha davvero colpito è che per le persone che sono totalmente in salute se non hanno assaporato anche le cose belle della vita, stavano lasciando la felicità sul tavolo.

Dacher Keltner: Quelle sono quelle che sono davvero sorprendenti. Craig. sai che ci dice che sai anche se ti trovi in ​​circostanze difficili se ti concedi un momento per assaporare ciò che è giusto? Potrebbe essere un bambino o una conversazione con un amico, puoi trascendere quei problemi e poi ci dice anche che è un promemoria interessante. Come se la vita stesse andando davvero bene che non la assaporassi, perdi come hai detto, un po 'di felicità.

Craig Anderson:Hanno anche capito che le persone possono sabotare il loro sapore. Quindi le persone in un modo in cui lo fanno, e sono sicuro che molte persone possono identificarsi con questo, sono davvero avviluppati in modi che ritieni che questa situazione potrebbe essere anche migliore. E sappiamo che non va bene per la tua felicità.

Dacher Keltner:È quasi come massimizzare il fatto che qualsiasi esperienza tu stia avendo, cerchi di cercare più piacere su di essa ancora meglio tende a diminuire la nostra felicità.

Quando pensi a questa capacità di assaporare, a trovare il buono e il piacevole, quali sono alcuni esempi che ti vengono in mente di come possiamo farlo.

Craig Anderson:Beh, penso di essere in il momento è il centro del gusto. Può essere applicato a tutti i tipi di cose buone che accadono. magari assaporando l'orgoglio di un buon lavoro che hai fatto o un obiettivo che hai compiuto assaporando un buon vino alla fine di una lunga giornata. Quindi è una strategia flessibile che puoi usare in tutte le situazioni.

l'appagamento è un'emozione davvero importante quando le persone sono fuori dalla natura. E in un articolo che ho fatto con i colleghi abbiamo davvero guardato questa idea di contentezza. Ed è ricco ed è una vecchia idea che si estende.

Dacher Keltner:Come lo definiresti?

Craig Anderson:Beh, abbiamo guardato a diverse tradizioni attraverso la storia e davvero il filo conduttore è questa idea di completezza percepita. Quindi nel momento in cui ti trovi, l'esperienza che stai avendo è tutto ciò di cui hai bisogno, e non vuoi altro.

Dacher Keltner:Conosci una delle cose che la scienza della felicità dice noi addestrando la mente a pensare a cose che possono accadere in futuro è una specie di sottovalutazione. Prendi il momento e le delizie sensoriali che ci sono…

Quindi Craig lo stavi facendo è un lavoro davvero rischioso e innovativo dedicato davvero a far sì che le persone all'aria aperta possano godere dei benefici di vivere esperienze ancora più intense nella natura. Raccontaci di questo.

Craig Anderson:In uno degli studi che abbiamo fatto abbiamo esaminato veterani militari e anche giovani provenienti da comunità sottoservite e queste sono entrambe le popolazioni che sappiamo essere a rischio per cose come PTSD. Una cosa che mi ha sorpreso, che potrebbe non sorprendere alcuni educatori là fuori, era che i bambini avevano in realtà livelli più alti di PTSD rispetto ai veterani. Quindi li abbiamo portati fuori dal rafting che per molte di queste persone, specialmente i bambini, è un'attività da fare una volta nella vita. E volevamo vedere se uscire sul fiume avrebbe avuto un impatto sulla loro salute e benessere.

Dacher Keltner:Quindi cosa hai fatto in questo studio?

Craig Anderson:Abbiamo misurato bene -essere prima e dopo il viaggio di rafting. E poi abbiamo guardato quali emozioni le persone provavano dopo una giornata di rafting in acque profonde prevedevano miglioramenti nel benessere. E timore era un potente predittore ma anche contentezza

Dacher Keltner:Davvero?

Craig Anderson:Assolutamente.

Dacher Keltner:Voglio dire che è un modo come hai detto prima Sono una specie di catturare questo senso di assaporare. Che si sentano più tranquilli e completati dall'esperienza. Ha influito sullo stress e sul DPTS?

Craig Anderson:Assolutamente. E la grandezza di quell'effetto mi ha anche sorpreso. Quindi abbiamo riscontrato una diminuzione di circa il 30% dei sintomi di PTSD nei veterani e anche nei giovani. Lo stress è andato giù. La felicità è salita. Le persone si sentivano come se fossero più legate alle persone che li circondano.

Dacher Keltner:Quando si esamina questa letteratura solo i benefici di camminare all'aperto, di essere in ambienti meravigliosi, qual è il tipo di vasta gamma di benefici di passeggiate gustose?

Craig Anderson:Benché un rafting in acque bianche non avvenga molto spesso per le persone, ciò che mi piace delle passeggiate avvincenti è che le persone possono incorporarlo nella loro routine quotidiana. Puoi pensare di prendere le tue vitamine. Esci a fare una passeggiata. Accettalo. Sappiamo che ti avrà un impatto fisiologico.

Dacher Keltner:In che modo?

Craig Anderson:Sappiamo che se sei meno stressato la tua funzione immunitaria funzionerà meno difficile. La pressione del sangue diminuirà. Solo nel complesso il tuo corpo fa meno fatica di quel lavoro non necessario che sappiamo essere dotato di stress e preoccupazione per le cose

Dacher Keltner:Ha effetti anche sulla mente?

Craig Anderson:Sappiamo che le persone che escono e assaporano le cose che sono più felici. E penso che ti insegni anche a essere più attento. Quindi, tornando da una passeggiata assaporante, sappiamo che le emozioni positive hanno queste spirali ascendenti. Forse apprezzerai un po 'di più il tuo partner, apprezzerai il cibo che avrai più tardi quel giorno. Penso che sia un ottimo modo per iniziare la giornata.

Dacher Keltner:Quindi, come ti eserciti ad assaporare nella tua vita? Fai passeggiate divertenti e come funziona nella tua vita?

Craig Anderson:Beh, ho cercato di uscire all'aperto ogni giorno. In realtà abbiamo appena un nuovo cane. E trovo che anche questo aiuti. Intendo i cani molto diversamente dalle persone che non sono stressati sui posti di lavoro o conosci il loro piano di pensionamento. Quindi vivono nel momento. E trovo che questo mi aiuti quando siamo fuori a passeggiare. Voglio dire, stanno guardando cose nuove e annusano nuovi odori. Quindi trovo che ci possa essere saggezza nei nostri amici pelosi.

Dacher Keltner:Eccellente. C'è tutta questa storia sulla coevoluzione di cani ed esseri umani che i cani hanno iniziato a migrare in piccole società di cacciatori-raccoglitori e tipo di cambiamento e diventano più socievoli e amichevoli e quindi sono il più grande amico dell'uomo. E forse una delle cose che hanno imparato a fare è portarci ad assaporare passeggiate.

Prodotto dal Greater Good Science Center e PRI. Episodio 5 del podcast Science of Happiness del Greater Good Science Center, con Pete Docter, regista di Inside Out, in una conversazione con Dacher Keltner.

Quattro lezioni da "Inside Out" per discutere con i bambini

A Guided Awe Meditazione a piedi