Come trovare il tuo scopo nella vita

Come trovare il tuo Scopo nella Vita. (Potrebbe 2019).

Anonim
Stai lottando per scoprire il tuo scopo? Questo potrebbe essere perché ti senti isolato dalle altre persone. Ecco sei modi per superarlo.

Hai un senso dello scopo?

Per decenni, gli psicologi hanno studiato il modo in cui gli obiettivi significativi a lungo termine si sviluppano nell'arco della nostra vita. Gli obiettivi che promuovono un senso di scopo sono quelli che possono potenzialmente cambiare la vita di altre persone, come lanciare un'organizzazione, ricercare malattie o insegnare ai bambini a leggere.

In effetti, sembra che il senso dello scopo si sia evoluto nell'uomo così che possiamo realizzare grandi cose insieme, il che potrebbe essere il motivo per cui è collegato a una migliore salute fisica e mentale. Lo scopo è adattivo, in senso evolutivo. Aiuta sia gli individui che le specie a sopravvivere.

Molti sembrano credere che lo scopo derivi dai tuoi doni speciali e ti distingue dagli altri, ma questa è solo una parte della verità. Cresce anche dalla nostra connessione con gli altri, motivo per cui una crisi di intenti è spesso un sintomo di isolamento.

Molti sembrano credere che lo scopo derivi dai tuoi doni speciali e ti distingue dalle altre persone - ma questa è solo una parte la verità. Cresce anche dalla nostra connessione con gli altri, motivo per cui una crisi di scopo è spesso un sintomo di isolamento. Una volta trovato il tuo percorso, quasi certamente troverai altri che viaggiano con te, sperando di raggiungere la stessa destinazione: una comunità.

Ecco sei modi per superare l'isolamento e scoprire il tuo scopo nella vita.

1. Leggi

In un articolo del 2010, ad esempio, Leslie Francis ha studiato un gruppo di circa 26.000 adolescenti in Inghilterra e Galles e ha scoperto che coloro che leggono la Bibbia tendevano più ad avere un più forte senso dello scopo. Anche la lettura secolare sembra fare la differenza. In un sondaggio di studi empirici, Raymond A. Mar e colleghi hanno trovato un collegamento tra la lettura di poesie e narrativa e un senso di scopo tra gli adolescenti. La lettura ci connette a persone che non sapremo mai, attraverso il tempo e lo spazio: un'esperienza che, secondo la ricerca, è legata al senso e allo scopo. (Nota: "Significato" e "scopo" sono collegati ma separati costrutti socio-scientifici: lo scopo è una parte del significato, il significato è un concetto molto più ampio che di solito include anche valore, efficacia e autostima.)

" La lettura della finzione potrebbe consentire agli adolescenti di ragionare sull'intera vita dei personaggi, dando loro una visione specifica di un'intera vita senza dover vivere pienamente la maggior parte della propria vita ", suggeriscono. Vedendo lo scopo nella vita di altre persone, i ragazzi sono più propensi a vederlo nelle loro vite. In questo senso, lo scopo è un atto dell'immaginazione.

Molte persone che ho intervistato per questo articolo menzionano libri o idee fondamentali che hanno trovato nei libri.

La scrittura dello storico W.E.B. Du Bois ha spinto l'attivista della giustizia sociale Art McGee ad abbracciare una visione specifica dell'identità e della liberazione afro-americana. Il giornalista Michael Stoll ha trovato ispirazione nella "teoria della responsabilità sociale del giornalismo", di cui ha letto alla Stanford University. "Fondamentalmente, i giornalisti e gli editori non hanno solo la capacità, ma anche il dovere di migliorare la propria comunità essendo arbitri indipendenti di problemi che devono essere risolti", dice. "È stata la mia North Star professionale da allora." Spronato da questa idea, Michael ha lanciato un'agenzia di stampa non profit premiata denominata The San Francisco Public Press .

Quindi, se sei sentendo una crisi di intenti nella tua vita, vai in libreria o in biblioteca o all'università. Trova i libri che contano per te e che potrebbero aiutarti a vedere ciò che conta nella tua vita.

2. Trasformare le ferite nella guarigione per gli altri

Naturalmente, trovare uno scopo non è solo una ricerca intellettuale; è qualcosa che dobbiamo sentire. Ecco perché può crescere dalla sofferenza, sia la nostra che quella degli altri.

Kezia Willingham è cresciuta in povertà a Corvallis, in Oregon, con la sua famiglia dilaniata dalla violenza domestica. "Nessuno a scuola è intervenuto, aiutato o supportato mia madre, me stesso o mio fratello quando crescevo povero, vergognoso, e sicuro che la mia esistenza fosse un errore", dice. "Stavo correndo per le strade, saltando scuola, facendo sesso con estranei e abusando di ogni droga che potevo mettere le mani su."

All'età di 16 anni, Kezia si è iscritta a un liceo alternativo che "mi ha portato a credere di avere opzioni e un percorso di povertà". Si è fatta strada verso il college ed è stata particolarmente "attratta dai bambini con 'problemi'" - bambini come quello che era stata una volta. Dice:

Voglio i bambini là fuori che sono cresciuti come me, per sapere che hanno un futuro davanti a loro. Voglio che sappiano che sono intelligenti, anche se potrebbero non soddisfare gli standard accademici dello stato. Voglio che sappiano che sono altrettanto validi e preziosi di qualsiasi altro essere umano che nasce in circostanze più privilegiate. Perchè loro sono. E ci sono così tanti messaggi che dicono loro altrimenti.

A volte, il dolore di un'altra persona può portarci allo scopo. Quando Christopher Pepper era un anziano delle scuole superiori, un "amico tremante e in lacrime" gli disse che era stata violentata da un compagno di classe. "Ho confortato meglio che potevo, e ho lasciato quella conversazione giurando che avrei fatto qualcosa per impedire che succedesse agli altri", dice Christopher. Mantenne quella promessa diventando un Peer Rape Educator al college e poi un educatore sessuale nelle scuole pubbliche di San Francisco.

Perché persone come Kezia e Christopher sembrano trovare uno scopo nella sofferenza, mentre altri ne sono schiacciati? Parte della risposta, come vedremo in seguito, potrebbe avere a che fare con le emozioni e i comportamenti che coltiviamo in noi stessi.

3. Coltivare timore reverenziale, gratitudine e altruismo

Alcune emozioni e comportamenti che promuovono la salute e il benessere possono anche promuovere un senso di scopo - in particolare, timore, gratitudine e altruismo.

Diversi studi condotti dal Centro per la buona scienza Dacher Keltner ha dimostrato che l'esperienza di soggezione ci fa sentire connessi a qualcosa di più grande di noi stessi e in questo modo possiamo fornire il fondamento emotivo per un senso di scopo.

Naturalmente, lo stupore di per sé non ti darà uno scopo vita. Non basta sentirsi parte di qualcosa di grande; devi anche sentirti spinto a fare un impatto positivo sul mondo. È qui che entrano in gioco gratitudine e generosità.

"Può sembrare controintuitivo promuovere lo scopo coltivando una mentalità riconoscente, ma funziona", scrive la psicologa Kendall Bronk, uno dei maggiori esperti di scopo. Come hanno scoperto le ricerche di William Damon, Robert Emmons e altri, i bambini e gli adulti che sono in grado di contare le loro benedizioni sono molto più propensi a cercare di "contribuire al mondo al di là di se stessi". Questo probabilmente perché, se possiamo vedere come altri rendono il nostro mondo un posto migliore, saremo più motivati ​​a restituire qualcosa.

Qui arriviamo all'altruismo. C'è poca domanda, a questo punto, che aiutare gli altri sia associato a una vita significativa e propositiva. In uno studio, per esempio, Daryl Van Tongeren e colleghi hanno scoperto che le persone che si impegnano in comportamenti più altruistici, come il volontariato o la donazione di denaro, tendono ad avere un maggiore senso di scopo nelle loro vite.

Interessantemente, la gratitudine e l'altruismo sembrano lavorare insieme per generare significato e scopo. In un secondo esperimento, i ricercatori hanno assegnato a caso alcuni partecipanti per scrivere lettere di ringraziamento e quelle persone hanno successivamente dichiarato un più forte senso di scopo. Il lavoro più recente di Christina Karns e colleghi ha scoperto che l'altruismo e la gratitudine sono collegati neurologicamente, attivando gli stessi circuiti di ricompensa nel cervello.

4. Ascolta ciò che le altre persone apprezzano di te

Il ringraziamento può aiutarti a trovare il tuo scopo. Ma puoi anche trovare uno scopo in quello per cui la gente ti ringrazia.

Come Kezia Willingham, Shawn Taylor ha avuto un'infanzia difficile, ed era anche attratto dal lavorare con bambini che avevano gravi problemi comportamentali. Diversamente da lei, tuttavia, sentiva spesso che il lavoro era un vicolo cieco. "Pensavo di aver succhiato la mia professione prescelta", dice. Poi, un giorno, una ragazza con cui aveva lavorato cinque anni prima lo contattò.

"Ha spiegato in dettaglio come ho aiutato a cambiare la sua vita", dice Shawn, e lei gli ha chiesto di accompagnarla lungo il corridoio quando si è sposata.Shawn non aveva nemmeno pensato a lei, in tutto quel tempo. "Qualcosa ha cliccato e sapevo che questo era il mio percorso. Nessuna specifica, ma il mio scopo era il lavoro giovanile. "

Gli artisti, gli scrittori e i musicisti che ho intervistato hanno spesso descritto come l'apprezzamento degli altri abbia alimentato il loro lavoro. A Dani Burlison non è mai mancato il senso dello scopo, e ha lavorato duramente per anni come scrittrice e attivista di giustizia sociale a Santa Rosa, in California. Ma quando gli incendi esplosivi hanno travolto la sua comunità, Dani ha scoperto che i suoi punti di forza erano necessari in un modo nuovo: "Ho scoperto che le mie capacità di networking e di emergenza sono state davvero utili alla mia comunità, ai miei studenti e ai vigili del fuoco!"

Sebbene non esista una ricerca che esplori direttamente come il ringraziare possa alimentare un senso di scopo, sappiamo che la gratitudine rafforza le relazioni, e quelle sono spesso la fonte del nostro scopo, come suggeriscono molte di queste storie.

5. Trova e costruisci la comunità

Molte persone mi hanno detto di trovare uno scopo in famiglia. In tandem con la sua lettura, Art McGee ha trovato lo scopo - lavorare per la giustizia sociale e razziale - in "amore e rispetto per il mio laborioso padre", dice. "I lavoratori come lui meritavano molto meglio". Come vediamo nel caso di Dani, possiamo spesso trovare il nostro senso di scopo nelle persone che ci circondano.

L'organizzatore della giustizia ambientale e sociale Jodi Sugerman-Brozan si sente spinto a "lasciare il mondo in un posto migliore di quello che ho trovato. "Diventare mamma" ha rafforzato questo scopo (sarà il loro mondo, e il mondo dei loro figli) ", dice. "Influenza definitivamente il modo in cui sono genitore (volendo allevare bambini anti-razzisti, femministi e radicali che vorranno continuare la lotta e diventare leader)".

Naturalmente, i nostri figli potrebbero non abbracciare il nostro scopo. Amber Cantorna è stata allevata da genitori guidati da propositi che erano cristiani di destra. "Mia madre ci ha sempre coinvolti, tutto in quella bolla cristiana conservatrice", dice. Questa famiglia e questa comunità hanno alimentato un forte senso di scopo in Amber: "Essere un buon cristiano e un modello di comportamento. Essere una benedizione per gli altri. "

Il guaio è che questo scopo di fondo implicava rendere gli altri più simili a loro. Quando è venuta fuori come una lesbica all'età di 27 anni, la famiglia e la comunità di Amber improvvisamente e improvvisamente la scacciarono. Ciò ha innescato una profonda crisi di intenti - uno che ha risolto trovando una nuova comunità di fede "che mi ha aiutato a modellarmi e a darmi un senso di appartenenza", dice.

Spesso, la nobiltà del nostro scopo riflette la compagnia che manteniamo.Lo scopo che proveniva dai genitori di Amber era basato sull'esclusione, come scoprì. Non c'era posto, né scopo, per lei in quella comunità una volta abbracciata un'identità che non potevano accettare. Un nuovo senso di scopo è venuto con la nuova comunità e identità che ha aiutato a costruire, di cristiani gay e lesbiche.

Se hai difficoltà a ricordare il tuo scopo, dai un'occhiata alle persone intorno a te. Che cosa hai in comune con loro? Cosa stanno cercando di essere? Che impatto vedi che hanno sul mondo? L'impatto è positivo? Puoi unirti a loro nel fare questo impatto? Di cosa hanno bisogno? Puoi darglieli?

Se le risposte a quelle domande non ti ispirano, allora potrebbe essere necessario trovare una nuova comunità e, con ciò, potrebbe venire un nuovo scopo.

6. Racconta la tua storia

Lo scopo spesso deriva dalla curiosità sulla tua vita. Quali ostacoli hai incontrato? Quali forze ti hanno aiutato a superarle? Come ti hanno aiutato gli altri? In che modo i tuoi punti di forza aiutano a rendere la vita migliore per gli altri? La lettura può aiutarti a trovare il tuo scopo, ma lo stesso può scrivere

"Abbiamo tutti la capacità di fare una narrazione fuori dalle nostre vite", dice Emily Esfahani Smith, autrice del libro 2017 The Power of Meaning . "Ci dà chiarezza sulle nostre vite, su come comprenderci e ci fornisce una struttura che va oltre il giorno per giorno e fondamentalmente ci aiuta a dare un senso alle nostre esperienze."

Ecco perché Amber Cantorna ha scritto il suo memoriale, Rifocalizzazione della mia famiglia: coming out, essere escluso e scoprire il vero amore di Dio . All'inizio depressa dopo aver perso tutti quelli che amava, Amber ha presto scoperto nuovi punti di forza in se stessa e sta usando il suo libro per aiutare a costruire un'organizzazione non profit chiamata Beyond per sostenere i cristiani gay, lesbiche, bisessuali e transgender nel loro processo di coming out.

Uno studio del 2008 ha scoperto che coloro che vedono il significato e lo scopo nelle loro vite sono in grado di raccontare una storia di cambiamento e crescita, dove sono riusciti a superare gli ostacoli incontrati. In altre parole, creare una narrativa come quella di Amber può aiutarci a vedere i nostri punti di forza e come applicare tali forze può fare la differenza nel mondo, il che aumenta il nostro senso di autoefficacia.

Questo è un valido processo di riflessione per tutti persone, ma Amber ha fatto un passo in più, pubblicando la sua autobiografia e trasformandola in uno strumento per il cambiamento sociale. Oggi, lo scopo di Amber è quello di aiutare le persone come lei a sentirsi meno sole.

"Il mio senso dello scopo è cresciuto molto con il mio desiderio di condividere la mia storia e la consapevolezza che così tante altre persone hanno condiviso il mio viaggio."

Questo articolo è originariamente apparso su Greater Good, la rivista online del Greater Good Science Center della UC Berkeley, uno dei partner di Visualizza l'articolo originale.

Inizia con uno scopo

3 chiavi per scoprire la passione della tua vita