Come meditare ti aiuta con le emozioni difficili

Come la Meditazione aiuta ad attraversare momenti difficili (Potrebbe 2019).

Anonim
La meditazione non è solo calma e pace. Ti apre uno spazio in cui puoi vedere cosa sta succedendo nella tua mente, incluso il movimento vivido e potente delle tue emozioni - su, giù e lateralmente. Puoi imparare a combattere meno con loro e stringere più amicizia con loro.

Come ti senti? La meditazione ci dà la possibilità di intrattenere questa domanda ad un livello più profondo. Può darci la stanza per provare pienamente un'emozione per quello che è.

Smetti di essere così emotivo! Quando senti qualcosa del genere, cosa puoi fare davvero? Puoi provare a spingere verso il basso i tuoi interni e farli cambiare, ma è come giocare a whack-a-mole. Qualunque cosa tu spinga in un posto solo si apre da qualche altra parte. Lavori duramente per calmarti su un affronto al lavoro solo per trovarti a urlare a tua figlia in seguito, praticamente senza motivo.

Le emozioni sono difficili, ma perché dovremmo voler smettere di essere emotivi? È la nostra linfa vitale. È quello che ci fa alzare la mattina e attraversare la strada. Anche se fosse desiderabile sbarazzarsene, non avremmo scelta. Fanno parte del nostro sistema di rilevamento e risposta al mondo. Senza di loro, saremmo degli automi. La musica non ci sposterebbe. La perdita non ci influenzerebbe. Niente ci porterebbe alle lacrime. Nulla ci farebbe cadere a ridere.

Tuttavia, le emozioni possono devastare e diffondere il dolore per tutta la vita. Ed è qui che entra in gioco la meditazione. Contrariamente a quello che alcune persone credono, la meditazione non ci rende senza emozioni, né converte tutte le emozioni in una beatitudine immacolata. Quando facciamo meditazione di consapevolezza, se ci sentiamo gelosi, lo sentiamo: il dolore, la colpa, l'intera enchilada. Ciò che succede, però, è che abbiamo un piccolo spazio attorno all'emozione. Possiamo vederlo per quello che è.

Per prima cosa, le emozioni combinano i pensieri ("John ha appena detto qualcosa di molto cattivo") con i sentimenti (una mascella serrata, una smorfia). E i pensieri arrivano in rapide combinazioni e acquisiscono slancio. Mentre meditiamo, notiamo questo processo. Notiamo come si sente l'emozione. Siamo un po 'come uno scienziato, però. Il nostro compito principale non è giudicarlo o provare a cambiarlo. È guardare, stare con esso e lasciarlo essere.

Possiamo vedere che le emozioni non sono permanenti, che arrivano a ondate. Andando più in profondità, vediamo strati complessi. Mentre la gelosia può sembrare completamente negativa e indesiderabile, possiamo scoprire un'energia sottostante che può fornire il carburante per l'ispirazione e l'emulazione. Se spogliamo l'ingrediente dannoso e aggressivo dell'emozione, qualcosa di potente e benefico può rimanere. Questo è ciò che significa addomesticare le nostre emozioni attraverso la meditazione. Vediamo la possibilità di cavalcare il loro potere senza danneggiare gli altri o noi stessi. Possiamo anche scegliere come agire, piuttosto che essere spinti ad agire. C'è un'arte e come la fotografa Annie Liebovitz ha recentemente sottolineato, "L'arte è caotica. È difficile. "

In questa serie in cinque parti, consideriamo una serie di emozioni e alcune pratiche meditative per lavorare con esse in modo più creativo.

Lavorare con la rabbia

Può essere una delle più brutte emozioni.Può rovinare qualsiasi situazione. Se si annida in profondità e si accartoccia, può farci ammalare. Ha anche un potere fantastico.

La rabbia è un'emozione complessa e affascinante. Possiamo stare seduti in silenzio, apparentemente tranquilli, e poi arriva il grilletto - "Sai, non hai mai…" - e prima che tu te ne accorga, il Vesuvio erompe. Lava sta vomitando ovunque. Le persone stanno scendendo e correndo per le colline. O forse la tua rabbia è lo stile più lento che brucia e bolle sotto la superficie, solo scoppiando in piccole esplosioni di rabbia.

La rabbia è infuocata. Anche quando fa freddo, richiede molta energia, come un sistema di refrigerazione. Quando prestiamo attenzione a come ci si sente nel nostro corpo, potremmo notare uno stomaco nodoso, un pugno chiuso o mascella, oppressione al petto. Potremmo notare che lo stato di rabbia può fortemente tingere i nostri pensieri, e interpretiamo il mondo attraverso la lente del nostro stato mentale che respinge. Stiamo inviando il messaggio: "Esci!"

Nel profondo della rabbia, potremmo immagazzinare sentimenti di inadeguatezza che ci inducono a vedere minacce e ingiustizie in cui non esistono vere minacce. Aiuta a scoprire e sradicare questi sentimenti e profonde opinioni false. Allo stesso tempo, la rabbia può avere sotto di sé una protezione saggia e potente, come la presenza sospesa di un orso della mamma o un giudice saggio che rafforza la giustizia di fronte al razzismo e altri mali e mali. Ma di solito è molto difficile difendere ciò che è giusto o necessario senza gettare un po 'di risentimento nel mix. Possiamo pronunciare un "no" chiaro quando un bambino getta un po 'di cibo in faccia a un fratello, ma forse (sottovoce) ci lanciamo in, "Piccolo marmocchio." Affinare le nostre emozioni può comportare la rasatura delle cose abbastanza bene. Il vecchio brano R & B ha ragione: "È una linea sottile tra amore e odio".

Ricca, complessa e potente, la rabbia trae vantaggio dal tempo e dall'indagine contemplativi. C'è molto da imparare su cosa sta succedendo sotto le nostre esplosioni.

Pratica: esplorazione dell'aggressività

In un momento in cui ti accorgi di essere arrabbiato e aggressivo, rivolgi la tua attenzione al sentimento. Dov'è nel tuo corpo? Che cosa sta succedendo?

Respira mentalmente per qualche respiro mentre noti le sensazioni del tuo corpo che cambiano. Ascolta i tuoi pensieri senza aggiungere al dialogo interiore o cercando di mettere a tacere i tuoi pensieri.

Cosa stai dicendo? Quando sei offeso, di solito ti tratti di una definizione rigida di te stesso e di ciò che puoi ospitare, quindi chiediti "chi" è offeso. Perché?

Può richiedere un po 'di pazienza per attenersi alle sensazioni spiacevoli, ma ricorda a te stesso di tornare ad osservare la rabbia in questo momento con auto-compassione e scoprire che cosa la tua rabbia deve insegnarti.

Se ti piace,puoi concludere con un'aspirazione per te stesso, qualcosa che porterà anche parte del coinvolgimento personale. Puoi dire a te stesso in silenzio: "Posso trovare le risorse per capire e trasformare la mia rabbia" o "Posso occuparmi del dolore che provo e mi prendo cura del dolore negli altri".

Esplora questi 4 altri modi per navigare consapevolmente le emozioni difficili:

  1. Tristezza:Come navigare tristemente mente
  2. Gelosia:Lasciarsi andare alla gelosia
  3. Amore:Collegamento con amore
  4. Paura:Appoggiati alle tue paure

Ci piacerebbe sapere quali emozioni ti piacerebbe lavorare usando la consapevolezza. Si prega di prendere il breve sondaggio di seguito:

Crea il tuo sondaggio di feedback degli utenti


Per iniziare: Le emozioni sono state compilate da Barry Boyce, redattore capo di , in consultazione con:

Jeffrey Brantley, MD, direttore del programma MBSR presso il Centro di Medicina Integrativa della Duke University. Autore di Calmati la tua mente arrabbiata .

Vinny Ferraro, insegnante di meditazione e formatore senior,Schools.

Stefanie Goldstein, Ph.D., psicologa clinica e co-autrice del programma audio: Soluzioni consapevoli per la dipendenza e la prevenzione delle ricadute.

Christa Turksma, psicologa pediatrica e specialista nello sviluppo della consapevolezza per insegnanti e famiglie.

Questo articolo è apparso anche nel numero di giugno di
.