Come l'umiltà ti renderà la più grande persona di sempre

Non c’è umiltà senza umiliazione (Potrebbe 2019).

Anonim
È così difficile essere umili. Ecco tre suggerimenti per domare il tuo ego.

Penso che sia sicuro dire che, come società, potremmo usare un po 'più di umiltà.

La nostra cultura attribuisce così tanto valore a realizzazioni esterne, apparenza e ingrandimento - tutte cose che sono effimere nel migliore dei casi - che persino una piccola dimostrazione di questa quieta virtù può far sentire come un uomo che sta annegando.

Eppure, perché può essere così difficile per noi esprimere l'umiltà? È perché spesso interpretiamo erroneamente la sua dimostrazione attiva come un segno di debolezza, quando in realtà è un'indicazione di un'enorme forza interiore?

Le risposte possono essere trovate in quello che gli scienziati stanno scoprendo riguardo a questa qualità, così profondamente venerata da tutte le tradizioni spirituali che molti considerano essere la madre di tutte le virtù.

Perché l'umiltà è buona?

Quando incontro qualcuno che irradia umiltà, le mie spalle si rilassano, il mio cuore batte un po 'più piano e qualcosa dentro di me lascia andare.

Perché? Perché so di essere completamente visto, ascoltato e accettato per quello che sono, verruche e tutto il resto - un dono prezioso e raro che permette alle nostre pareti protettive di venire giù.

Le persone veramente umili sono in grado di offrire questo tipo di dono per noi perché vedono e accettano le proprie forze e limiti senza difensività o giudizio - una dimensione centrale, secondo i ricercatori, dell'umiltà, e una che coltiva una potente compassione per l'umanità.

Questo tipo di auto-accettazione emerge dal fondare il valore di una persona nel nostro valore intrinseco come esseri umani piuttosto che cose come gli stipendi a sei cifre o il corpo di una star del cinema o scalare la scala aziendale o il numero di amici su Facebook. Invece, le persone umili attribuiscono un valore elevato a cose più significative a beneficio degli altri, come le qualità nobili.

Vedono anche la vita come una scuola, riconoscendo che mentre nessuno di noi è perfetto, possiamo, senza influire negativamente sulla nostra autostima,lavora sui nostri limiti essendo aperto a nuove idee, consigli e critiche.

Dato ciò che gli scienziati hanno scoperto sull'umiltà, è evidente che coltivare questa qualità non è per i deboli di cuore, né appare durante la notte.

Questa abilità da sola coltiva una forza interiore che ispira timore reverenziale, il più potente esempio di cui è Gandhi, la cui Autobiografiaè un viaggio di umiliante auto-dissezione. Una volta, disse una volta, "Io sostengo di essere un individuo semplice che può errare come qualsiasi altro mortale. Posseggo, tuttavia, che ho abbastanza umiltà da confessare i miei errori e ritornare sui miei passi. "

Se Gandhi è un esempio di ciò che un umile leader può realizzare, la società serve a trarre beneficio da questo tipo di governo. Considera quali ricercatori del "ego silenzioso" - un costrutto simile all'umiltà - suggeriscono quando otteniamo il controllo del nostro ego: diventiamo meno propensi ad agire in modo aggressivo, manipolare gli altri, esprimere disonestà e distruggere le risorse. Invece, ci assumiamo la responsabilità e correggiamo i nostri errori, ascoltiamo le idee degli altri e manteniamo le nostre capacità in umile prospettiva.

Chi non vorrebbe quel tipo di leadership per il nostro paese - e il mondo?

Ma il i benefici dell'umiltà non si estendono solo ai nostri leader. La ricerca nascente suggerisce che questa bella qualità è buona per noi individualmente e per le nostre relazioni. Ad esempio, le persone umili gestiscono lo stress in modo più efficace e segnalano livelli più elevati di benessere fisico e mentale. Mostrano anche maggiore generosità, disponibilità e gratitudine - tutte cose che possono solo servire per avvicinarci agli altri.

Tre suggerimenti per coltivare l'umiltà

Visto ciò che gli scienziati hanno scoperto sull'umiltà, è evidente che coltivare questa qualità è non per i deboli di cuore, né appare durante la notte. Tuttavia, sembrerebbe che uno dei grandi benefici dell'umiltà sia una libertà interiore dal dover proteggere quelle parti che cerchiamo di nascondere da noi stessi e dagli altri. In altre parole, sviluppiamo un cuore tranquillo, comprensivo e compassionevole.

Ecco alcuni modi per iniziare scientificamente.

1. Abbraccia la tua umanità.

Per molti, quando falliamo in qualcosa che è importante per noi - un lavoro o una relazione, per esempio - la nostra autostima crolla perché abbiamo legato il nostro valore personale a quelle cose. All'improvviso, diventiamo persone cattive o indegne, e può essere una lunga strada per il recupero.

Non così per le persone con umiltà. Come affermato in precedenza, la loro capacità di resistere a fallimenti o critiche deriva dal loro senso di valore intrinseco di essere umani piuttosto che mezzi esterni. Quindi quando falliscono in un compito o non sono all'altezza delle aspettative, ciò non significa che ci sia qualcosa di sbagliato in loro. Significa semplicemente che sono umani come il resto di noi.

Gli scienziati suggeriscono che questo valore intrinseco deriva da un attaccamento sicuro, o dal sano legame emotivo formato con altri stretti, di solito i nostri caregiver dell'infanzia. Avere l'esperienza dell'accettazione incondizionata e dell'amore, in particolare quando siamo giovani, può servire da cuscinetto contro gli effetti di critiche o fallimenti.

Sfortunatamente, molti di noi non hanno avuto un attaccamento sicuro quando eravamo bambini. Uno studio ha scoperto che un enorme 40 percento di adulti non è legato in modo sicuro, ma per fortuna questo non significa che siamo condannati. Possiamo guarire attraverso rapporti adulti sani, come amici, partner romantici o anche con un potere più elevato. Questo recente articolo di GGSC suggerisce alcuni modi.

2. Pratica consapevolezza e auto-compassione.

In questi giorni, la consapevolezza e l'auto-compassione sembrano essere l'antidoto per molti dei nostri disturbi interiori. Eppure non riesco a immaginare di sviluppare l'umiltà senza di loro.

Secondo gli scienziati, le persone umili hanno un'immagine precisa di se stessi - sia i loro difetti che i loro doni - che li aiuta a vedere ciò che potrebbe aver bisogno di cambiare all'interno.

La consapevolezza cresce la nostra auto-consapevolezza dandoci il permesso di fermarci e di notare i nostri pensieri ed emozioni senza giudizio (se giudichiamo quello che succede dentro di noi, dipingiamo una visione distorta di noi stessi).

Più diventiamo consapevoli delle nostre vite interiori, più facile è vedere dove le credenze e le azioni malsane potrebbero limitarci. Notare e poi accettare quelle parti di noi stessi che stanno scatenando il caos e che ci impongono di cambiare le richieste di auto-compassione o di trattarsi con gentilezza e comprensione.

Una volta che accettiamo ciò che deve cambiare, possiamo iniziare il processo di trasformazione.Amo il detto da un saggio saggio: "Se sei in una stanza buia, non battere le tenebre con un bastone. Piuttosto, accendi la luce. "In altre parole, sostituisci dolcemente e pazientemente un pensiero o un'azione negativa con uno positivo e nel tempo, potremmo anche non riconoscere la persona che eravamo una volta.

3. Esprimi gratitudine.

Dire "grazie" significa riconoscere i doni che arrivano nelle nostre vite e, di conseguenza, riconoscere il valore delle altre persone. Molto semplicemente, la gratitudine può renderci meno concentrati su noi stessi e focalizzati su quelli che ci circondano - un segno distintivo di persone umili.

In effetti, uno studio recente ha rilevato che gratitudine e umiltà si rafforzano a vicenda. Esprimere gratitudine può indurre umiltà in noi, e le persone umili hanno una maggiore capacità di trasmettere gratitudine.

In questo studio sono state utilizzate sia lettere di gratitudine che diari di gratitudine - pratiche facili da eseguire descritte in maggiore dettaglio sul GGSC's Greater Good in Sito web d'azione.

Forse la chiave dell'umiltà è vedere la vita come un cammino verso coltivare quelle qualità che tirano fuori il meglio da noi stessi e dagli altri e rendere questo mondo un posto migliore.

E questo viaggio non è solo per la media persona, ma una che molti dei nostri più grandi leader hanno intrapreso. Per chiudere con le parole di colui che conosceva l'umiltà, Nelson Mandela:

"Come ho detto, la prima cosa è essere onesti con te stesso. Non puoi mai avere un impatto sulla società se non hai cambiato te stesso… I grandi operatori di pace sono tutte persone di integrità, di onestà e umiltà. "

Questo è il primo di una serie sull'umiltà. Gli articoli successivi affronteranno l'umiltà e la leadership scolastica, l'umiltà culturale e l'umiltà per gli studenti.

Questo articolo è apparso originariamente su Greater Good , la rivista online del Greater Good Science Center della UC Berkeley, uno dei partner di Visualizza l'articolo originale.
Iscriviti per supportare