5 Rituali di personaggi altamente creativi

[TUTORIAL] Bambola Voodoo - Doll DIY How to - Creepy Halloween Spooky (Giugno 2019).

Anonim
Cinque artisti di successo demistificano il processo creativo.

Uno dei grandi miti sulla creatività è che devi aspettare che la musa ti sussurra nelle orecchie. Ma gli scrittori e gli artisti più importanti preferiscono non lasciare nulla al caso. "L'ispirazione è per i dilettanti", ha detto il pittore Chuck Close nel libro di Mason Currey, Rituali quotidiani: come funzionano gli artisti . "Il resto di noi si presenta e si mette al lavoro." O come notò Jack London, "Non puoi aspettare l'ispirazione. Devi seguirlo con un club. "Ecco rituali unici di cinque artisti di successo.

Stephen King

Lo scrittore Stephen King inizia ogni giorno dalle 8 alle 8:30 e non si ferma finché non raggiunge il suo obiettivo giornaliero di 2000 parole, di solito tra le 11:30 e le 13:30 Prima di sedersi a scrivere, prende un multivitaminico con un bicchiere d'acqua o una tazza di tè e si assicura che le carte sulla sua scrivania siano sistemate meticolosamente. "Lo scopo cumulativo di fare queste cose allo stesso modo ogni giorno", ha detto alla sua biografa, Lisa Rogak, "sembra essere un modo di dire alla mente, starai sognando presto."

Twyla Tharp

Il ballo del coreografo Twyla Tharp inizia alle 5:30 del mattino, quando si sveglia, getta i suoi indumenti da allenamento e saluta un taxi per la sua palestra nell'Upper East Side di Manhattan. "Il rituale non è lo stretching e l'allenamento con i pesi che metto nel mio corpo ogni mattina in palestra; il rituale è il taxi ", ha scritto nel suo libro, The Creative Habit . "Nel momento in cui dico all'autista dove andare, ho completato il rituale."

Garrison Keillor

Il narratore e conduttore radiofonico Garrison Keillor evita il richiamo di Internet scrivendo su un bloc-notes con una penna roller. "Non penso che uno dovrebbe sedersi e guardare una pagina vuota", ha rivelato al sito 99U. "Il modo per aggirarlo è camminare con la carta straccia e prendere appunti, e semplicemente prendere appunti sul mondo osservabile intorno a te… Penso che tutto-tutto-inizi con il mondo osservabile."

Maya Angelou

La soluzione dell'autore Maya Angelou era di andare in isolamento. Ha avuto problemi a scrivere nella sua casa ben arredata perché, come ha detto, "non posso lavorare in un ambiente carino. Mi getta ". Così ha affittato una piccola stanza d'albergo con un letto, un lavandino e poco altro. "Cerco di arrivare lì verso le sette, e lavoro fino alle due del pomeriggio", ha detto all'intervistatrice Claudia Tate. "Se il lavoro va male, rimango fino alle 12:30. Se sta andando bene, rimarrò finché andrà bene. È solo ed è meraviglioso. "Al ritorno a casa, Angelou fece la doccia e preparò la cena, così che quando suo marito arrivò, non sarebbe stata completamente assorbita dal suo lavoro. Ma a volte, dopo cena, gli leggeva ciò che aveva scritto quel giorno. "Non commenta", ha aggiunto. "Non invito commenti da nessuno tranne il mio editore, ma ascoltarlo ad alta voce è buono. A volte sento la dissonanza; poi provo a raddrizzarlo la mattina. "

Bernard Malamud

Come molti romanzieri, Bernard Malamud si attenne a una routine disciplinata, dalle 9:00 alle 16:00. ogni giorno, che in genere comportava una pagina o due di copie completate. Ma si è fatto beffe dell'idea di imitare i rituali di lavoro dei grandi scrittori. "Si scrive sedendosi e scrivendo", disse una volta. "Non c'è un momento o un luogo particolari, ti stai bene, la tua natura… Il vero mistero da crearti sei tu. "

Questa sidebar è apparsa nel numero di giugno 2017 della rivista Mindful, oltre a un articolo intitolato" The Mind Set Free ".

La meditazione stimola la creatività?

Facendo Qualcosa di creativo può stimolare il tuo benessere